Addio a Mario Corti: indossò la maglia rossazzurra per sette stagioni

Nato a Genova nel 1931, il centromediano indossò per la prima volta la nostra maglia nel 1957 e, dopo tre stagioni in B, scrisse con i compagni una pagina di storia del nostro club conquistando l’ottavo posto finale nella massima serie al termine della gara Catania-Inter 2-0 del 4 giugno 1961, il “Clamoroso al Cibali” divenuto patrimonio sportivo nazionale

Il Calcio Catania piange la scomparsa di Mario Corti, tra i più importanti protagonisti della promozione in A nel 1960 ed a lungo capitano rossazzurro nell’Olimpo del calcio italiano. Nato a Genova nel 1931, il centromediano indossò per la prima volta la nostra maglia nel 1957 e, dopo tre stagioni in B, scrisse con i compagni una pagina di storia del nostro club conquistando l’ottavo posto finale nella massima serie al termine della gara Catania-Inter 2-0 del 4 giugno 1961, il “Clamoroso al Cibali” divenuto patrimonio sportivo nazionale. Corti, che nel 1960 contribuì alle due vittorie etnee contro il Friburgo preziose per l’assegnazione della “Coppa delle Alpi”, giocò nel Catania fino al 1964 sommando complessivamente 205 presenze e realizzando una rete. Apprezzato per affidabilità e regolarità di rendimento, fu un pilastro dell’epoca dorata caratterizzata dalla guida tecnica di Carmelo Di Bella. In occasione della gara con il Potenza, in programma domenica 19 gennaio alle 15.00 al "Massimino", il Calcio Catania ha richiesto alla Lega Italiana Calcio Professionistico l'autorizzazione ad apporre sulla maglia rossazzurra la fascia in segno di lutto al braccio e ad osservare un minuto di raccoglimento prima del fischio d’inizio. Alla famiglia Corti, giungano sincere condoglianze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento