menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Maxi Catania", super Napoli: rossazzurri escono a testa alta

Vincono i partenopei per 2-1. Le reti di Callejon e Hamsik non oscurano però il gioco dei rossazzurri, oggi decisamente più intraprendenti. La classifica resta deficitaria, ma dalla prossima gara, giocando così, potrebbe essere un'altra storia

Arriva la seconda sconfitta in 3 giorni per il Catania. Questa volta è il Napoli ad imporsi con il risultato finale di 2-1, grazie alle reti di Hamsik e Callejon. Non basta il lampo di Castro. La differenza rispetto al 4-0 rimediato allo Juventus Stadium non è circoscritta al risultato finale. La squadra di Luigi De Canio, infatti, ha fornito una prova decisamente più convincente di fronte alla bolgia dello stadio "San Paolo".

LE PAGELLE

Inizia a dare i suoi frutti la cura De Canio. Resta l'emergenza classifica, sempre più da bollino rosso. Ma in queste occasioni per ripartire occorre trovare prima di tutto un'identità di gioco. Oggi i rossazzurri sembrano averla trovata: gioco sulle fasce e assetto in campo bilanciato. In vista delle prossime gare di campionato trapela ottimismo dall'ambiente rossazzurro. La prossima volta, però, anche sul piano dei risultati darà vietato sbagliare.

UNO-DUE TERRIFICANTE. Callejon-Hamsik. Primi 20 minuti segnati da due giocate di alto livello. Il Catania, generoso, deve piegarsi alla forza esplosiva e alle conclusioni individuali dei fuoriclasse partenopei. Andujar raccoglie la palla nel sacco ben due volte, dopo le sassate da fuori area: la prima di Callejon, la seconda del centrocampista slovacco.

Sembra il copione della sfida contro la Juventus, ma questa volta la musica cambia. Il Catania, con il nuovo assetto, riesce a dare ampiezza al gioco e colpire sulle fasce. Proprio da un'invenzione di Maxi Lopez e il susseguente cross di Biraghi arriva il tap-in di Castro. Il Napoli torna con i piedi per terra e subisce il prepotente ritorno dei rossazzurri.

CATANIA NON AFFONDA. E' un secondo tempo strano per i rossazzurri. I giocatori di De Canio non riescono ad affondare il colpo decisivo del pareggio, ma subiscono le sfuriate offensive dei vari Insigne, Hamsik, Callejon e Higuain. Viene così chiamato a fare gli straordinari Andujar. La manovra etnea a blanda. La vera occasione è l'episodio chiave non sanzionato dall'arbitro: Castro viene infatti placato in maniera dubbia da Behrami. Gli estremi del calcio di rigore sembrano starci, ma l'arbitro non se la sente di concedere il penalty. Entra Petkovic tra le file del Catania. Leto resta fuori: giusto così? Nel terreno di gioco persino Rolin a l posto di Alvarez. Il Napoli controlla e porta a casa 3 punti d'oro. Per il Catania resta il bel gioco, ma dalla prossima serviranno punti. Necessariamente.

TABELLINO NAPOLI-CATANIA 2-1

 NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Mesto (dal 7’ p.t. Uvini), Fernandez, Albiol, Armero; Dzemaili, Behrami; Callejon, Hamsik, Insigne (dal 45’ s.t. Mertens); Higuain (dal 34’ s.t. Zapata). (Rafael, Colombo, Cannavaro, Bariti, Inler, Radosevic, Pandev).

CATANIA (4-4-2): Andujar; Alvarez (dal 38’ s.t. Rolin), Legrottaglie, Gyomber, Biraghi (dal 1’ s.t. Keko); Izco (dal 25’ s.t. Petkovic), Tachtsidis, Almiron, Capuano; Maxi Lopez, Castro. (Frison, Ficara, Leto, Freire.

MARCATORI: Callejon 15’, Hamsik 20’, Castro 26’

Ammoniti: nessuno

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autorità del mare, nel Piano nazionale finanziati interventi al Porto di Catania

social

Proroga Ecobonus 110%: fino a quando si potrà richiedere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento