Sport Nesima / Corso Indipendenza

Il Pala Catania "risorge": al via i lavori di riqualificazione con fondi Ue

Venticinque anni dopo la sua inaugurazione, la struttura di Corso Indipendenza, si appresta a rinascere a nuova vita, grazie ai lavori di riqualificazione che lo renderanno pienamente fruibile, eliminando le tante disfunzioni, soprattutto a causa delle infiltrazioni di acqua piovana che hanno danneggiato l’impianto

Venticinque anni dopo la sua inaugurazione, il Pala Catania di Corso Indipendenza, si appresta a rinascere a nuova vita, grazie ai lavori di riqualificazione che lo renderanno pienamente fruibile, eliminando le tante disfunzioni, soprattutto a causa delle infiltrazioni di acqua piovana che hanno danneggiato l’impianto.

Il sindaco Salvo Pogliese e l’assessore allo Sport e alle politiche comunitarie Sergio Parisi si sono recati nel cantiere del grande palasport cittadino, sottoposto a importanti lavori di ripristino e riqualificazione con prelievo di un 1,2 mln di euro dalle risorse comunitarie Pon Metro, scelta progettuale di valorizzazione e impiego sociale della struttura, che può contenere quasi 4 mila spettatori. Un intervento voluto dal sindaco Pogliese e dall’assessore Parisi che ha seguito un rigido cronoprogramma esecutivo di semplificazione burocratica, che ha permesso di aprire il cantiere appena quattro mesi l’approvazione del progetto.

“Il Pala Catania -ha  detto il sindaco Pogliese- per il livello delle manifestazioni che ha ospitato, dalle Universiadi a partite della nazionale di pallavolo e tanti altri eventi, è uno dei simboli della Catania sportiva che correva il serio rischio di rimanere inutilizzato e che invece vogliamo rendere sempre più a uso polivalente, inserendo i grandi eventi come i concerti, alcuni dei quali si sono già svolti con grande successo di pubblico e organizzazione, ma anche tanti eventi a sfondo sociale, tramite accordi con le associazioni di volontariato e le parrocchie del quartiere. Oltre naturalmente a fare ritornare a casa propria le società sportive catanesi che hanno più seguito, a cominciare dalla Meta Catania di calcio a 5 e della pallavolo, che coinvolgono migliaia di appassionati di queste discipline sportive e di tutte le altre".

"Si tratta –ha aggiunto il primo cittadino- di un ulteriore passo avanti nell’ambito del programma di riqualificazione degli impianti sportivi concordato nei mesi scorsi con l’assessore Parisi e tutta la giunta, che stiamo portando avanti con determinazione insieme al consiglio comunale, ridando fiato al mondo delle società sportive che svolgono anche una grande funzione sociale”. I lavori nel Pala Catania, avviati un mese addietro, si concluderanno entro la fine dell’estate prossima, riguardano il rifacimento della copertura con ripristino della guaina esistente e posa di un sistema di  impermeabilizzazione; la sostituzione della pavimentazione; la manutenzione del parquet dell’area di gioco; la sostituzione dei controsoffitti e la messa in sicurezza dell’impianto; la revisione dell’impianto idrico/antincendio dell’impianto di illuminazione generale con la sostituzione di corpi illuminanti a LED e realizzazione di impianto elettrico di emergenza e sicurezza.

“Oggi è una giornata importante per la città di Catania –ha detto l’assessore Parisi- perché il cantiere del Pala Catania ridà speranza e prospettiva al mondo dello sport catanese che si è visto privato del proprio impianto principale indoor. In pochi mesi abbiamo individuato i fondi, realizzato il progetto, fatto la gara con il mercato elettronico e avviato i lavori: tempi da record, che raramente si verificano nelle pubbliche amministrazioni. Per questo ringrazio anzitutto il sindaco Pogliese che ha dato gli input per questo vasto piano di recupero dell’impiantistica sportiva, il direttore dello sport e delle politiche comunitarie Fabio Finocchiaro, che sviluppa una sinergia fondamentale tra le due Direzioni comunali, risolvendo problemi strutturali che si trascinano da anni senza soluzione e che in questi due anni  e mezzo abbiamo tamponato in ogni modo, pur di non bloccare l’attività di società sportive che operano al coperto e nei campi all’aperto,  che stiamo riqualificando insieme alla piscina di Nesima e tante altre strutture comunali”

Al sopralluogo del sindaco Pogliese e dell’assessore Parisi, hanno partecipato anche il presidente della commissione consiliare Sport Giovanni Grasso, il consigliere comunale Santo Russo, il presidente del V Municipio Angelo Patanè coi consiglieri circoscrizionali Giovanni Trovato, Gaspare Drago e Salvatore Anastasi, il delegato del Coni Catania Enzo Falzone, i presidenti della Meta Catania calcio a 5 e della Pallavolo Saturnia, Enrico Musumeci e Luigi Pulvirenti, oltre a tecnici, dirigenti e funzionari comunali.

...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pala Catania "risorge": al via i lavori di riqualificazione con fondi Ue

CataniaToday è in caricamento