rotate-mobile
Nuoto Catania

Pallanuoto maschile Serie A1, sconfitta a Savona per la Nuoto Catania

Una sconfitta che lascia l'amaro in bocca. Il coach dei rossazzurri, Giuseppe Dato: "Abbiamo affrontato una squadra forte. Gestire queste sconfitte non è semplice ma ho visto una reazione da parte dei ragazzi”.

Sconfitta della Nuoto Catania a Savona con il risultato di 13-9. Una partita equilibrata e intensa in terra ligure, con la compagine etnea più volte in vantaggio ma alla fine rimontata dall'avversario di turno.

Ad appena un minuto di gioco ha segnato Privitera (0-1) che ha aperto le danze ma i padroni di casa reagiscono subito e riescono a pareggiare con Campopiano. La Nuoto Catania sigla la seconda rete con Ferlito (1-2), anche in questo caso non si fa attendere la replica: Rizzo insacca il 2-2. La Rosa nella seconda frazione mette a segno il 2-3, Durdic riporta il risultato in parità per l'ennesima volta. Poco più tardi segna sempre La Rosa (3-4). Il Savona, però, cambia atteggiamento e chiude il secondo tempo sul 7-4 (goal di Durdic, Campopiano, Bruni e ancora Durdic). Patchaliev realizza l'8-4 e i rossazzurri concretizzano con Eskert l'8-5. I padroni di casa continuano a imporsi e Lanzoni sigla una doppietta (10-5). Camilleri ribatte in porta prima della fine della penultima frazione (10-6).

All'inizio dell'ultima parte del match ancora Camilleri (10-7) ma non tarda la risposta degli avversari: Rizzo realizza il goal (11-7). I rossazzurri ci provano e Privitera la insacca (11-8). Il Savona non ci sta a perdere il vantaggio e segna il 12-8 (Bruni). Quasi immediatamente Privitera prova un tiro e riesce a segnare il 12-9. L'ultimo goal della partita è di Durdic (13-9). Archiviata la sconfitta i catanesi pensano già a sabato 12 novembre: alle 16:00 ospiteranno l’Anzio Waterpolis.

 Un risultato che lascia l'amaro in bocca e anche alcuni spunti di riflessione per il coach dei rossazzurri, Giuseppe Dato. "Diciamo che ho visto una partita diversa rispetto a quella di sabato scorso - ha detto -. Abbiamo affrontato una squadra forte. Gestire queste sconfitte non è semplice ma ho visto una reazione da parte dei ragazzi”.

Anche Giorgio La Rosa, giocatore etneo, parla al termine del match. “Sicuramente un passo in avanti rispetto alla gara contro la Roma. Siamo entrati in acqua con l’atteggiamento giusto al cospetto di una delle squadre più forti del campionato. Adesso bisogna continuare su questa strada e concentrarsi sulla prossima gara in casa contro l’Anzio - chiosa - che assume in importanza fondamentale per il nostro campionato”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto maschile Serie A1, sconfitta a Savona per la Nuoto Catania

CataniaToday è in caricamento