Pallanuoto, stagione terminata: si ferma la corsa al titolo dell'Ekipe Orizzonte

Lanciatissima ed in vetta alla Serie A1 femminile e con un piede e mezzo nella Final Four di Coppa Campioni. La squadra allenata da Martina Miceli traccia il bilancio della stagione, cercando di vedere il bicchiere mezzo pieno e proiettare lo sguardo al futuro

Festa dopo la vittoria della Supercoppa conquistata a novembre in casa del Sabadell

Cala il sipario anche sulla pallanuoto dopo la chiusura annunciata da sport come la pallavolo e il basket. La Federazione Italiana di Nuoto e la Lega Europea del Nuoto hanno deciso di mettere la parola fine ai massimi campionati e alle Coppe europee di pallanuoto, a causa dell’emergenza Coronavirus.

Una decisione che frena la corsa spedita dell’Ekipe Orizzonte, lanciatissima ed in vetta alla Serie A1 femminile e con un piede e mezzo nella Final Four di Coppa Campioni, dopo aver vinto l’8 febbraio il match d’andata dei quarti di finale sul campo delle campionesse in carica del Sabadell. Da allora non si è più giocato. La stagione 2019/20 non verrà portata a termine, ma per la società rossazzurra non è affatto un’annata da buttare. Un bilancio importante innanzitutto per il grande gruppo che si è costruito a livello umano e sportivo e allo stesso tempo per lo storico successo che ha portato l’Ekipe Orizzonte sul tetto d’Europa grazie alla Supercoppa conquistata a novembre sempre in casa del Sabadell.

Dopo la chiusura ufficiale della stagione le protagoniste della squadra hanno deciso di tracciare un loro bilancio di questa stagione, breve ma comunque intensa. Tania Di Mario ha dichiarato: "Odio lasciare le cose a metà. Dietro una stagione c’è sempre tanto impegno, quindi terminarla così non è affatto bello. Sono certamente tanto contenta perché quanto meno siamo riuscite a vincere dopo tanto tempo un trofeo molto importante come la Supercoppa Europea. Quindi è stata una stagione persa in parte, anche perché evidentemente questa squadra era destinata a stare insieme per molto tempo e il caso ha voluto che quanto è accaduto ci permettesse di guardare questo dato positivo. Naturalmente voglio ringraziare tutti i nostri sponsor e partner, perché ci sono stati accanto a prescindere dagli eventi e per quanto ci riguarda li considereremo tali anche nella prossima stagione, al di là di qualunque aspetto formale"

Coach Martina Miceli ha esternato i suoi pensieri: "Siamo molto rammaricate per il modo brusco con cui si è conclusa la stagione. Sentivamo il profumo di qualcosa di importante per noi, però ricominceremo da dove abbiamo lasciato e vogliamo fortemente farlo tutte insieme, proprio perché abbiamo la netta sensazione di aver interrotto qualcosa di molto bello. Ci faremo trovare prontissime per la prossima stagione e stiamo già guardando avanti con molto ottimismo, certe di ritrovarci con lo stesso entusiasmo e ancor più agguerrite. In questo momento siamo tutti concentrati ed in attesa che possa riaprire Ekipe, che è ormai da anni la casa dell’Orizzonte. Stiamo aspettando protocolli e date di riapertura, anche per permettere a tutti i bambini e le bambine che frequentano la nostra struttura di ricominciare ad allenarsi insieme prima possibile ed in assoluta sicurezza"

Le altre parole sono quelle delle protagoniste della squadra etnea. Giulia Gorlero: "Salutiamo a malincuore questa stagione, che ci vedeva prime in classifica in campionato. Sono convinta che avremmo potuto fare ancora una volta grandi cose, ma purtroppo non c’è stata la possibilità di farle. Non per questo ci abbatteremo, anzi! Questa quarantena e questo momento ci hanno fatto capire quanto amiamo il nostro sport e quanto siamo disposte a sacrificarci per ciò a cui teniamo. Spero che tutte noi riusciremo a coinvolgere sempre più persone, per far conoscere la nostra bellissima realtà!"

Carolina Ioannou: "L’annullamento dei campionati lascia molto amaro in bocca. In un certo senso vanifica gli sforzi fatti finora, ma sono convinta che questo sentimento e la consapevolezza di aver attraversato un momento così anomalo ci daranno una carica in più. È energia da conservare per quando finalmente potremo tornare a giocare regolarmente. Per dimostrare ancora una volta chi è più forte"

Arianna Garibotti: "Purtroppo è successo qualcosa di troppo più grande di tutto il nostro movimento. Ormai si pensa al prossimo anno e a cercare di fare bene sia in campionato che in Coppa Campioni, continuando il lavoro che abbiamo fatto quest’anno. Lo faremo ancora con più voglia, a maggior ragione perché questa stagione si è interrotta così e c’è l’auspicio che si possa riprendere a lavorare bene sia con l’Orizzonte che con la nazionale, dato che le Olimpiadi sono state rinviate al 2021. Per questo voglio fare sin da adesso un grosso in bocca al lupo per il futuro alla nostra squadra e alle mie compagne"

Giulia Viacava: "Mi dispiace che questa stagione non sia stata portata a termine, perché secondo me avremmo potuto fare davvero bene sia in Coppa che in campionato. Anche se è stato un anno strano, mi sono trovata molto bene con tutto il gruppo e lo staff e spero che l’anno prossimo ci potremo togliere altre soddisfazioni, perché abbiamo tutte le carte in regola per farlo"

Rosaria Aiello: "Il dispiacere di aver saputo di non poter più provare a raggiungere i nostri obiettivi è stato tanto. Però la cosa più bella è che anche in questo momento di grande difficoltà siamo stati una famiglia unita e presente ed il pensiero è andato subito a quando rientreremo tutti insieme in quell’acqua clorata, che riesce a riempirci di gioia e darci tante soddisfazioni"

Joelle Bèkhaz: "Voglio ringraziare tutta la famiglia dell’Ekipe Orizzonte, per aver organizzato un’accoglienza così calorosa e per averci davvero fatte sentire a casa. Porto nel mio cuore il tempo che abbiamo trascorso con tutti e sono davvero triste per il fatto che quello da condividere in questa stagione sia stato così breve. Ho avuto subito tanta fiducia in questa squadra ed ho imparato molto da Martina e dalle ragazze. Ho adorato far parte di questa famiglia e spero di rivedere tutti in futuro. Ho stretto delle amicizie che terrò per sempre. Grazie mille!"

Valeria Palmieri: "Siamo molto tristi per la scelta di annullare i campionati, ma evidentemente era la decisione più giusta da prendere per via dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, perchè la salute viene prima di tutto. Adesso ritroveremo le forze mentali e fisiche per poter riprendere almeno gli allenamenti. Quando qualcosa ha una fine, bella o brutta che sia, c’è sempre un nuovo inizio e noi dell’Ekipe Orizzonte siamo pronte per ricominciare ogni volta con il sorriso, ancora con più voglia e più unite che mai"

Claudia Marletta: "Certe cose sembrano sempre impossibili, finché non accadono. Avrei voluto che molte cose fossero andate in modo diverso, ma non tutto si può scegliere nella vita, l’unica scelta è andare avanti e non mollare mai. A volte sembra si tratti della fine della strada, ma spesso è solo una curva sul tuo cammino. Bisogna essere forti e rimanere positivi. Insieme, come abbiamo sempre fatto!"

Giulia Emmolo: "Ora che la notizia che campionati e coppe europee per quest’anno sono terminati è ufficiale, da atleta il dispiacere e la delusione sono grandi, perché comunque si è iniziato un anno di lavoro con degli obiettivi fermi, allenandosi ogni giorno per realizzare dei sogni. Razionalmente però penso sia stata presa la decisione più “sicura” e preventiva in questo momento di emergenza, dove ciò che conta è la salute. Adesso abbiamo una partita da vincere tutti insieme, per poi poter tornare in acqua a giocare con uno spirito diverso. Possiamo dire che questo mio primo anno all’Orizzonte è stato un “assaggio” di quello che sarà il futuro, ma ho avuto il piacere di entrare a far parte di una squadra che ora più che mai si è dimostrata essere una famiglia. Non vedo l’ora di poter raggiungere tutti in Sicilia e poter tornare in piscina al più presto. Se poi vogliamo guardare il lato positivo, abbiamo portato a casa l’unica coppa di questa annata anomala, che ci aiuta a guardare al futuro con speranza e fiducia. Mi piace pensare che quest’anno sia stato come il “trailer” del film che voglio andare a vedere e vivere l’anno prossimo!"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Isabella Riccioli: "Chiudere così questa stagione lascia sicuramente con l’amaro in bocca, ma possiamo certamente dire di essere riuscite a portare a casa qualche piccola grande soddisfazione come quella ottenuta per la Supercoppa vinta a Sabadell, e ne facciamo tesoro. Ripartiremo e avremo ancora più voglia, lavoreremo sodo per raggiungere tutto quello che purtroppo quest’anno non abbiamo potuto portare a termine. Io sono fiduciosa!"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acqua: quando berla per dimagrire

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Svaligiano casa dei futuri sposi: denunciati i vicini

  • Picanello, scoperto deposito per il riciclaggio di auto rubate: 4 arresti

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

Torna su
CataniaToday è in caricamento