Probabili formazioni Catania-Atalanta | Fuori causa Carrizo e Almiron

Dopo la sconfitta casalinga patita contro il Lecce due settimane fa, il Catania di Montella si appresta ad ospitare l'altra rivelazione del campionato, l'Atalanta di Stefano Colantuono, senza Carrizo e Almiron

Dopo lo stop della settimana scorsa per il tragico decesso di Piermario Morosini, la serie A è pronta per tornare a giocare: domani, con ben quattro anticipi, avrà il via la 34a giornata di campionato. In uno dei due anticipi serali, il Catania ospiterà al Massimino l'altra rivelazione assoluta del torneo, l'Atalanta di Stefano Colantuono. A dirigere il match sarà il signor Romeo della sezione di Verona coadiuvato dagli assistenti La Rocca e Cariolato mentre il quarto uomo sarà il signor Baratta. I precedenti fra rossoazzurri e bergamaschi sono 23 con i neroazzurri che guidano per tredici vittorie a quattro. Completano il quadro i sei pareggi. All'andata all'Atleti Azzurri d'Italia finì 1-1 con le reti di Legrottaglie e Tiribocchi.

QUI CATANIA - Il Catania nell'ultimo turno giocato ha perso in casa contro il Lecce rendendo quasi impossibile la rincorsa ad un piazzamento Europa League. Rispetto all'1-2 subito contro i salentini, il tecnico rossoazzurro Montella, insignito in settimana del premio come miglior allenatore per il mese di marzo, deve rinunciare a Carrizo e ad Almiron: il portiere argentino è stato espulso nel convulso finale della gara contro i giallorossi ed è stato squalificato per due turni mentre il centrocampista ex Bari soffre di un problema muscolare e non è stato convocato. In porta, quindi, tornerà Kosicky, assente dalla partita persa 3-1 a Torino contro la Juventus, mentre in mediana sarà Seymour a sostituire Almiron. Rispetto alla gara contro il Lecce, poi, l'allenatore campano riavrà a disposizione Spolli che ha scontato il suo turno di squalifica e tornerà a far coppia con Legrottaglie al centro della difesa con Bellusci che tornerà in panchina.

QUI ATALANTA - L'Atalanta di Stefano Colantuono è reduce dalla prestigiosa vittoria(3-1) ottenuta sul campo del Napoli. I neroazzurri, senza penalizzazioni, sarebbero più in alto degli 'elefanti' visto che sul campo la compagine bergamasca ha conquistato 46 punti, abbassati a 40 per via delle 6 lunghezze detratte dalla penalizzazione inflitta ad inizio campionato. Il tecnico neroazzurro deve fare i conti con alcune assenze pesanti, prima fra tutte quella di Denis, squalificato per somma di ammonizioni. Assieme al bomber argentino saranno fuori causa anche Marilungo e Brighi, entrambi infortunati e non presenti fra i convocati. Colantuono dovrebbe grossomodo riconfermare l'undici che ha vinto al San Paolo con due sole modifiche: al posto di Denis come unica punta agirà Gabbiadini supportato da Maxi Moralez mentre in difesa Manfredini, tornato disponibile dopo la squalifica, dovrebbe riprendere il suo posto al centro al posto di Stendardo.

PROBABILI FORMAZIONI

CATANIA(4-3-3) - Kosicky; Motta, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Izco, Lodi, Seymour; Barrientos, Bergessio, Gomez. A disposizione: Campagnolo, Capuano, Llama, Biagianti, Ricchiuti, Lanzafame, Suazo. Allenatore: Vincenzo Montella

ATALANTA(4-4-1-1) - Consigli; Bellini, Lucchini, Manfredini, Peluso; Schelotto, Cazzola, Carmona, Bonaventura; Moralez; Gabbiadini. A disposizione: Frezzolini, Stendardo, Raimondi, Cigarini, Carrozza, Ferreira Pinto, Tiribocchi. Allenatore: Stefano Colantuono.

catania-34

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento