Qualificazioni Tokyo 2020 volley femminile, Myriam Sylla: "Come giocare a casa"

Ruolo ricoperto nell'Italia di volley femminile: schiacciatrice. Luogo di nascita: Palermo. L’atleta dell’Imoco Volley Conegliano sente particolarmente le sfide in programma al PalaCatania. Giocare in Sicilia è per lei uno stimolo, ma anche un’emozione speciale

L'Italia del volley femminile si gioca la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Le azzurre affronteranno dal 2 al 4 agosto le rispettive avversarie del girone nel "teatro" del PalaCatania. Obiettivo: raggiungere il primo posto e staccare subito il pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Tra le protagoniste attese l'atleta Myriam Sylla, pronta per l'esordio nella prima gara contro il Kenya: "Cercheremo di partire col piede giusto e fare del nostro meglio". Siciliana, nata a Palermo, per Myriam disputare le sfide ai piedi dell'Etna ha un sapore speciale. "Per noi ogni partita e competizione che ci troviamo ad affrontare è sempre qualcosa di importante. Questa volta ci giochiamo le nostre chance in Italia, io a casa personalmente, quindi normale la pressione forse sia più alta, ma in genere non manca mai" spiega l'atleta ai microfoni.

La crescita negli ultimi 4 anni della giocatrice in forza all'Imoco Volley Conegliano è stata esponenziale, ma la sua umiltà è rimasta  intatta, così come la sua determinazione. "Non mi considero una colonna della pallavolo italiana, sono ancora ai primi passi, 4 anni non sono niente" spiega Myriam. Poi ricorda l'ultima volta dal suo arrivo a Catania. Quattro anni passati e ben 121 presenze sommate in nazionale da quella volta: "Ricordo il nostro precedente a Catania in occasione del Grand Prix, io ero sugli spalti e non nella rosa azzurra. Stavolta invece sarò in campo e potrò dare il mio contributo, non solo battendo le mani o tifando, ma concretamente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il girone dell’Italia è composto da Belgio, Kenya e Olanda. La prima sfida, quella contro il Kenya, sembra sulla carta quella meno ostica, fino ad arrivare al match clou e conclusivo contro l’Olanda in programma il 4 agosto. Sylla non vuole sentirne parlare di avversari meno quotati sulla carta e non pensa minimamente ad abbassare la guardia: "Dal mio punto di vista non ci sono partite abbordabili" afferma la schiacciatrice a disposizione di coach Mazzanti. Non si sbilancia infine sugli equilibri tecnici del girone spiegando come "le squadre variano a distanza di tempo e cambia anche il sistema di gioco. Vedremo cosa riusciremo a fare disputando queste sfide" conclude l'altissima atleta azzurra, 184 cm conditi da esplosività e voglia di mettersi in gioco.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento