San Gregorio Catania Rugby: la salvezza si costruisce in casa

Sabato alle ore 14 a Nicolosi la sfida ai campioni d'Italia del Petrarca. Tre partite su quattro al "Monti Rossi" a caccia dell'agognata salvezza. Valastro: "Il San Gregorio è abituato alle sfide impossibili"

Emozione, fibrillazione, adrenalina: è questo lo status del San Gregorio Catania Rugby nel momento cruciale della stagione dove ci si gioca davvero tutto. Gli etnei partono con un piccolo handicap (-3 dal penultimo posto) in questa volata finale per centrare la salvezza. Non è più tempo di parole, errori e poi rimedi, dato che non ci sarà più tempo per recuperare gli eventuali passi falsi.

La squadra di Arancio è perfettamente consapevole che la permanenza in Eccellenza passa dal campo amico di Nicolosi, dove il San Gregorio negli anni passati ha saputo regalare grandi vittorie e costruire la scalata ai vertici del rugby nazionale.

Ebbene il calendario finalmente sorride ai verdeblù, che nelle ultime quattro giornate giocheranno ben tre volte al “Monti Rossi”. Si parte sabato, 24 marzo, alle ore 14:00 (anticipo del XV turno), contro i campioni d’Italia in carica del Petrarca Padova. Una sfida difficile e affascinante al tempo stesso, con il San Gregorio che si fregerà per la prima volta di ospitare la squadra che porta il tricolore sul petto. Quest’anno, proprio con le big del torneo, gli etnei sono stati sempre protagonisti di buone prestazioni, sia all’esordio col Prato, sia recentemente col Calvisano, ma soprattutto in occasione del successo sul Rugby Rovigo.

E proprio da questa inclinazione favorevole nelle gare interne vuol ripartire il presidente Rudy Valastro, che crede fermamente nelle possibilità salvezza della sua squadra: “Siamo arrivati alla fase decisiva del campionato dove ci giochiamo il nostro futuro, abbiamo l’obbligo di crederci sino in fondo e sono convinto che daremo battaglia sino all’ultimo. La dimostrazione del nostro valore è testimoniata dalle ottime prestazioni, non supportate solo dai risultati, offerte soprattutto tra le mura amiche ma anche nell’ultima in trasferta a L’Aquila. Se metteremo in campo la grinta, lo spirito e il cuore come avvenuto col Calvisano potremo regalarci anche contro il Petrarca un’altra giornata memorabile.

Il numero uno etneo carica i suoi e ricorda come il piccolo San Gregorio Catania sia arrivato sino all’Eccellenza: “La squadra è ormai abituata alle sfide impossibili, quindi anche questa volta abbiamo le carte in regola per compiere l’ennesima impresa della nostra storia. Mi aspetto soltanto grande abnegazione e voglia di lottare in queste ultime quattro sfide, applaudirò i miei ragazzi anche in caso di sconfitta purché abbiano sputato l’anima in campo.” Secondo Valastro sarà determinante la spinta del pubblico: “Chiamo a raccolta tutti i nostri tifosi per far sì che spingano la squadra al raggiungimento del traguardo salvezza. Il pubblico dev’essere il nostro uomo in più già col Petrarca, poi ancor più col Reggio Emilia, sino all’ultima gara col Mogliano che potrebbe essere decisiva.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È stato designato l’arbitro che dirigerà il match di Nicolosi: sarà l’esperto Passacantando di L’Aquila, che di recente ha diretto la sfida interna contro i Crociati. I giudici di linea saranno Belvedere e Pier’Antoni (Roma); quarto uomo Rosamilia (Roma).

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento