Serie C, Matera non sarà presente a Catania: si va verso la vittoria a tavolino

Il presidente del Matera, Rosario Lamberti, a causa del perdurare dello sciopero dei calciatori del Matera insieme ad Assocalciatori per il mancato pagamento degli stipendi, aveva richiesto il rinvio della gara in programma ai piedi dell'Etna. Richiesta non accolta

Non partiranno per Catania nemmeno i ragazzi della Berretti del Matera. L'annuncio arriva in conferenza stampa da parte dell'ex Ds Damiano Genovese. "La Berretti che ringrazio non potrà essere a Catania per motivi logistici". Il match in programma allo stadio "Massimino" nella giornata del 23 gennaio va verso l'unico epilogo possibile, quello della vittoria a tavolino dei rossazzurri. Il presidente del Matera, Rosario Lamberti, a causa del perdurare dello sciopero dei calciatori del Matera insieme ad Assocalciatori per il mancato pagamento degli stipendi, aveva richiesto il rinvio della gara in programma ai piedi dell'Etna.

Richiesta non accolta dal presidente della Lega Pro Ghirelli. I ragazzi della Berretti del Matera, che hanno già disputato le ultime tre gare del campionato in sostituzione della prima squadra, in sciopero dal 24 dicembre, non sono stavolta partiti alla volta di Catania per la sfida in programma domani, 23 gennaio, alle ore 20.30. La vittoria a tavolino per il Catania, salvo clamorosi colpi di scena, è quindi l'unica soluzione possibile. La squadra etnea ha regolarmente diramato la sua lista di convocati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento