rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Sport

Serie D, Rizzo e De Luca regolano un buon Licata: 2-1 al "Liotta"

Il Catania vince una brutta partita al "Dino Liotta" di Licata. Rizzo nel primo tempo e De Luca in chiusura regalano ai rossazzurri la terza vittoria consecutiva. I padroni di casa reclamano per un presunto calcio di rigore non concesso e nel finale dimezzano lo svantaggio con Ouattara: 2-1 ed etnei che volano a quota 9 in classifica.

Terza vittoria consecutiva per il Catania che supera col punteggio di 2-1 un buon Licata al "Dino Liotta" raccogliendo gli applausi del proprio pubblico. A festeggiare, però, sono i tifosi rossazzurri che - nonostante una partita tutt'altro che spettacolare e ben giocata - tornano a casa con alle spalle un successo importante e altri punti messi in cascina. Un colpo da biliardo di Rizzo e il goal da opportunista consumato di De Luca spianano la strada alla squadra di Giovanni Ferraro. Proprio allo scadere il gialloblù Ouattara segna la rete che fissa il risultato finale.

Buona partenza per il Licata con Mudasiru che al 1' tira da lontano non inquadrando lo specchio della porta. Il rossazzurro Sarao un minuto dopo risponde, anche lui con un tiro da lontano, trovando però la risposta efficace di Valenti. All'11' ripartenza del Licata: Rotulo supera alcuni avversari ma sbaglia l'ultimo passaggio e spreca una chance ghiottissima. Al minuto 12' ancora gialloblù pericolosi su un errore in disimpegno di Rapisarda con Calaió che raccoglie la sfera spedendo incredibilmente fuori da buona posizione. Al 18' Sarao lanciato da Rizzo spara alto ma l'attaccante si trovava in posizione di fuorigioco. Al 20' grande azione sulla trequarti di Giovinco che con un ottimo gesto tecnico si beve un avversario che lo stende. Calcio di punizione dal limite su cui lo stesso attaccante rossazzurro non riesce a colpire il bersaglio. Al 22' però il Catania passa: sugli sviluppi di un calcio d'angolo, dopo una serie di ribattute, il pallone arriva a Rizzo che dalla distanza, fuori dall'area, scarica una botta imprendibile per l'estremo difensore avversario. Rossazzurri in vantaggio e pubblico di fede etnea in festa. Alla mezz'ora il Catania torna avanti con una certa veemenza: Russotto sradica un pallone a centrocampo e s'invola sulla sinistra, serve Palermo che la mette in mezzo, non ci arriva Giovinco e sfuma l'occasione. Poco dopo il Licata risponde e mette paura a Bethers con un tiro di Rotulo che però finisce fuori. Al 44' ammonito Lorenzini per una trattenuta dopo aver perso rovinosamente un pallone. Sugli sviluppi del piazzato l'ex Frisenna, con la complicità di una deviazione, va vicino al pareggio. Gara aperta, il Catania a fiammate, padroni di casa che ci provano con generosità e intensità. Finisce sull'1-0 per i rossazzurri.

Ad inizio ripresa il mister etneo Giovanni Ferraro manda in campo De Luca per Russotto, autore di una buona prestazione. Al 4' Licata avanti con un bel cross in area su cui arriva Izco che manda in goal, ma la sua gioia viene spezzata dalla terna arbitrale che segnala offside. Successivamente gioco fermo per circa un minuto per un infortunio del rossazzurro Buffa che per fortuna si rivela non essere grave. Il Catania soffre la pressione dei licatesi che cercano di pressare e tenere i rossazzurri nella propria metà campo. Vengono mandati nella mischia Jefferson e Alessandro Russotto, fuori Giovinco e Buffa. Jefferson prova di testa a spizzicare su un'azione di scarico del Catania che tenta di alleggerire sulla spinta dei padroni di casa. Anche mister Pippo Romano cambia il volto della sua squadra spedendo sul rettangolo di gioco Cannia e Baldeh per Izco e Ficarra. Negli ultimi minuti poche azioni degne di nota, meno incisività in zona offensiva. Gli ospiti cercano di gestire la partita. Avanti i rossazzurri dal 73' provano la carta Sarno, gli lascia il posto Sarao. La gara perde di intensità. Al 79' Rubino per Frisenna, autore di una partita molto generosa, il centrocampista ha dimostrato di voler ben figurare al cospetto della sua ex squadra. Episodio in aerea rossazzurra poco più tardi, il Licata recrimina per un presunto fallo di mano. Anche in precedenza la squadra di casa aveva chiesto un rigore per lo stesso motivo ma in entrambe le circostanze l'arbitro ha lasciato correre. Ancora Licata che nel finale tenta il forcing: Rubino trova di testa la sicura parata di Bethers
Il pubblico licatese si scalda caricando la squadra. Per gli ultimi minuti Ouattara per il tutto per tutto. Fuori Orlando. Negli ultimissimi minuti succede di tutto. All'89' De Luca, su assist di Sarno (tornato alle pendici dell'Etna proprio nelle ultime ore), firma il 2-0, ma viene poi espulso per l'eccesso di foga nell'esultanza. Ouattara segna il goal della bandiera a pochi secondi dal triplice fischio. Vincino i rossazzurri che non sono ancora cinici e faticano a chiudere le partite ma portano a casa i 3 punti.

TABELLINO

Licata-Catania 1-2 22' Rizzo, 89' De Luca, 95' Ouattara

LICATA (3-5-2): Valenti 6, Vitolo 6, Pino 6, Mudasiru 6,5 (dal 69' Marcellino 6), Calaiò 6, Orlando 6 (dall'84' Ouattara 6,5), Izco 6 (dal 64' Cannia 6), Frisenna 6,5 (dal 79' Rubino 6), Ficarra 6 (dal 64' Baldeh 6), Rotulo 6,5, Minacori 5,5. A disp.: Sienko, Cappello, Puccio, Saito. Allenatore: Romano 6.

CATANIA (4-3-3): Bethers 6; Rapisarda 6, Lorenzini 6, Castellini 6,5, Lubishtani 6; Rizzo 7, Buffa 6 (dal 59' Al. Russotto 5,5), Palermo 6; An. Russotto 6,5 (dal 46' De Luca 6), Sarao 6,5 (dal 73' Sarno 6), Giovinco 5,5 (dal 56' Jefferson 6). A disp.: Groaz, Boccia, Somma, Lodi, Forchignone. Allenatore: Ferraro 6.

ARBITRO: Alberto Poli (Verona)
Assistenti: Salvatore Damiano (Trapani) e Paolo Vitaggio (Trapani)
Ammoniti: Lorenzini
Note: Espulso De Luca all'89'
Recupero -/5' Angoli 3-1

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D, Rizzo e De Luca regolano un buon Licata: 2-1 al "Liotta"

CataniaToday è in caricamento