Pari a reti bianche tra Sicula Leonzio e Catania: gara tattica e giocata con agonismo

Lucarelli opta ancora per il 4-3-3 e lancia Manneh dall'inizio, puntando sulla sua freschezza atletica. In un terreno di gioco pesante, i rossazzurri provano a sbloccare il match nella seconda parte della gara, trovando però sulla strada un Narciso reattivo. Finisce 0-0

Terreno di gioco pesante. Squadre organizzate tatticamente. Tutti ingredienti che portano allo 0-0 finale. Stesso risultato del Lecce, che sbatte contro il muro del Matera tra le mura amiche. Chi sorride è il Trapani, corsaro a Catanzaro, raggiungendo i rossazzurri in classifica a quota 53 punti.

LE PAGELLE

PRIMO TEMPO BLOCCATO, NELLA RIPRESA IL CATANIA CI PROVA. Diana e Lucarelli si posizionano a specchio: 4-3-3 per entrambe le squadre, che si annullano a vicenda per larghi tratti del match. I bianconeri puntano sull'aspetto agonistico per imbrigliare il Catania. Giocatori tecnici tra le fila degli etnei, come Lodi e Mazzarani, faticano ad illuminare la manovra offensiva in un campo molto pesante. Sono così i calci piazzati a diventare la vera fonte di pericolo dalle parti di Narciso, estremo difensore della Sicula Leonzio.

In particolare al minuto 68' di gara arriva una ghiotta doppia occasione ravvicinata per gli etnei. Sugli sviluppi di un corner, il secondo, è Mazzarani a sfiorare la rete con un colpo di testa, con susseguente mischia ravvicinata dalle parti di Narciso. Il Catania alza la pressione nelle fasi finali del match, complice l'ingresso in campo di forze fresche. Sono ancora le palle da fermo a catturare l'attenzione degli spettatori. Lucarelli lancia peso specifico in attacco gettando nella mischia contemporaneamente Ripa e Brodic, con quest'ultimo che staziona largo, subentrando a Barisic. E' proprio Ripa sugli sviluppi dell'ennesimo corner dalla destra ad impegnare seriamente Narciso, confezionando con un colpo di testa in torsione, la palla gol più importante della gara. Finisce 0-0 con una tegola finale: Lodi, dopo un piccolo parapiglia, finisce infatti nel taccuino dei cattivi e viene espulso dal direttore di gara.

TABELLINO SICULA LEONZIO-CATANIA 0-0

SICULA LEONZIO (4-3-3): Narciso, De Rossi, Camilleri, Aquilanti, Squillace; Esposito, Davì, D’Angelo; Bollino (75' Gammone), Lescano (71' Foggia), Arcidiacono (75' Russo)

CATANIA (4-3-3): Pisseri, Blondett, Aya, Bogdan, Marchese; Lodi, Biagianti (72' Rizzo), Mazzarani (72' Bucolo); Barisic (81' Brodic), Curiale (81' Ripa), Manneh (62' Di Grazia).

Espulsi: Lodi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento