Ternana-Catania, le pagelle: Mazzarani il più pericoloso, giornata da incubo per Biondi e Mbende

Da un lato la felicità del terzino per una maglia da titolare conquistata, dall'altro la sfortunata autorete. Barisic entra nel finale e sforna subito un assist. Soffre maledettamente il centrale difensivo e tutta la retroguardia. Calapai propositivo

Ecco le pagelle di Ternana-Catania. Finisce 3-2 la sfida del "Liberati". A segno Mazzarani e Di Piazza per il Catania. Padroni di casa vittoriosi grazie a due autoreti, la prima di Mbende e la seconda di Biondi. Di Paghera l'altra marcatura.

Ternana (4-3-1-2): Iannarilli; Parodi, Suagher, Bergamelli, Mammarella; Salzano, Paghera (64' Damian), Palumbo; Furlan (70' Celli); Partipilo (77' Marilungo), Ferrante (77' Vantaggiato)

Catania (4-3-3): Furlan 6, Calapai 6, Mbende 4,5, Silvestri 5, Biondi 5 (88' Curiale s.v.); Dall'Oglio 5,5(68' Llama), Lodi 5,5, Welbeck 5,5, Mazzarani 6,5 (78' Rossetti s.v.), Di Piazza 6, Di Molfetta 5 (67' Barisic 6). 

MiglioriToday. Mazzarani. Camplone continua a dargli fiducia in zoan offensiva e il numero 32 la ripaga siglando la rete del momentaneo vantaggio. Il più pericoloso dei suoi, prova a replicare la rete iniziale, ma viene neutralizzato da Iannarilli. 

Barisic. Impatto positivo al rientro, potrà essere utile alla causa nelle prossime uscite. Suo l'assist per la rete inutile ai fini del risultato siglata da Di Piazza.

PeggioriToday. Biondi. Partita dolce e amara per il giovane terzino rossazzurro. La felicità per la maglia dal primo minuto, dall'altro la giornata poco felice, "macchiata" dall'autogol nel secondo tempo.

Mbende. Sbanda come tutta la difesa nei momenti chiave del match e diventa autore di una delle due autoreti di giornata. In difficoltà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Coronavirus, Assessore Razza: "Sospetto caso positivo a Catania"

  • Operazione Thor, 23 omicidi di mafia commessi in 20 anni: 23 arresti

  • Giuseppe Torre, torturato e bruciato vivo: dopo 28 anni fatta luce sulla morte di un innocente

  • In arrivo oltre duecento assunzioni all'aeroporto di Catania

  • Mafia, omicidi e lupara bianca: i nomi degli arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento