menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trapani-Catania, un tempo per parte: gol e tanto spettacolo

Catania in versione dottor Jekyll e mister Hyde, con un primo tempo sottotono e una ripresa ad altissimo livello. Finisce 2-2 il derby siciliano del campionato cadetto. Sannino ritrova il vero metronomo del centrocampo, Almiron. E un Leto in gran spolvero

Catania in versione Jekyll e mister Hyde, con un primo tempo sottotono e una ripresa ad altissimo livello. Finisce 2-2 il derby siciliano del campionato cadetto. Sannino ritrova il vero metronomo del centrocampo, Almiron. E un Leto in gran spolvero. Pesano le ammonizioni di Sauro e Spolli, entrambi diffidati. Saranno assenti domenica prossima contro il Latina: difesa in "emergenza". Intanto sono 10 i punti conquistati nelle ultime 4 gare. La strada verso la risalita è già cominciata e Sannino può disporre di una rosa al completo.

LE PAGELLE

PRIMO TEMPO TRAPANI. Squadre offensive e avvezze a giocare la palla. Ingredienti questi che rendono l'inizio di gara spumeggiante. Ci prova subito il Trapani grazie alla spinta di Nadarevic sulla sinistra: Frison, con qualche affanno sbroglia una situazione intricata. Capovolgimenti rapidi di fronte e il Catania sugli sviluppi di un calcio d'angolo vicinissimo al gol. Inspiegabilemente però gli uomini di Sannino si fanno trovare scoperti e in contropiede subiscono il gol dell'1-0. Abate ringrazia e insacca.

Il Catania sbanda in fase difensiva e nemmeno il tempo di riorganizzarsi che il Trapani colpoisce nuovamente: stavolta è Basso ad approfittare dello svarione difensivo, insaccando la sfera alla destra di Frison. I padroni di casa giocano a ritmi più alti, mentre il Catania fatica ad accellerare i ritmi di manovra. Almiron affaccia la testa dalle parti di Gomis con un tiro da fuori area e scuote i compagni di squadra. Prima Rosina sciupa una palla-gol importante, poi è Cani, subentrato all'infortunato Martinho, a mandare alta la palla del possibile 2-1, prorprio prima di andare negli spogliatoi.

RIPRESA: MONOLOGO ROSSOAZZURRO. Un Catania letale quello che scende in campo nel secondo tempo. Almiron metronomo di centrocampo detta i tempi, Rinaudo recupera palla e Leto fa il fenomeno. Teorema che tradotto si trasforma nel gol immediato del numero 11, diagonale sinistro che batte Gomis, dopo l'assist al bacio di Cani. E' l'iniziale preludio per una ripresa a senso unico. Il Trapani scompare dal campo e il Catania è bravo ad accorciare i reparti e alzare l'intensità di gioco. Ciaramitaro lascia in 10 i suoi e i rossoazzurri credono addirittura ai 3 punti. Raddoppia Leto, ma Rosina sbaglia il "matchpoint" dentro l'area di rigore: bravo Gomis.

Segnali importanti quelli che arrivano dal secondo tempo. Sannino ha finalmente una rosa al completo, senza defezioni: la strada verso la risalita è sempre più vicina. E' già percorsa dai rossoazzurri che hanno conquistato 10 punti in 4 gare.

TABELLINO TRAPANI-CATANIA 2-2 Abate 9'- Basso 17' (T) 46'-76' Leto (C)

TRAPANI: Gomis, Lo Bue (78' Caldara), Pagliarulo, Terlizzi, Rizzato, Basso (74' Zampa), Ciaramitaro, Feola, Nadarevic, Abate, Mancosu.

CATANIA (4-3-3): Frison, Sauro, Spolli, Capuano, Monzon, Rosina, Escalante, Rinaudo, Martinho (32' Cani), Almiron, Leto (86' Marcelinho).

Ammoniti: Ciaramitaro, Spolli, Escalante, Sauro.

Espulsi: Ciaramitaro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento