rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Sport

Volley Catania vince gara 3 e riaccende le speranze di salvezza

Gli etnei riaprono i giochi, rimandando tutto a Gara 4 che si disputerà tra le mura amiche del PalaCatania il 3 maggio alle 20:30

E’ stata la partita da all in che avrebbe dovuto essere. Messaggerie Bacco Catania vince 3-1 Gara 3 dei Play Out retrocessione Serie A2 UnipolSai 17/18 contro il Club Italia, riaprendo i giochi e rimandando tutto a Gara 4 che si disputerà tra le mura amiche del PalaCatania il 3 maggio alle 20:30.

Una prova di forza, di incisività e volontà quella della panchina di Mauro Puleo, che ha dimostrato di volere rimanere in gioco e andare avanti, travolgendo con la propria grinta gli azzurrini nelle loro mura casalinghe e aggiudicandosi così la prima vittoria contro i ragazzi di Monica Cresta.

IL MATCH. E’ un Volley Catania grintoso quello che inizia Gara 3. Il primo dei punti rossazzurri è di Leonardo Razzetto (1-1). Dusan Bonacic comincia un ciclo in positivo, in attacco a muro, da centro campo e con un ace in battuta (2-5). I federali sembrano faticare ad entrare in partita. Ne approfittano Danilo De Santis (3-6) e Matteo Pizzichini (3-9). Poi però gli azzurrini sembrano riprendersi e le distanze si accorciano (10-12). Al rientro i rossazzurri si rifanno sotto, si trascinano l’un l’altro e si confrontano con la panchina. Un super Mauricio Zanette mantiene il vantaggio prima con una palla diagonale che sfiora la rete e arriva a terra (15-18) e poi con un ace (15-19). Ma il Club Italia non molla, Catania conquista un set point con Emanuele Spampinato che si coordina con Zanette, ma poi le squadre vanno ai vantaggi, chiude Bonacic (25-27).

Nel secondo set Catania entra in campo con meno smalto di quello dimostrato nel primo set e rimane sotto di ben cinque misure (6-1). Dopo il time out di Puleo le distanze sembrano accorciarsi con un gioco tra Calogero Tulone e Pizzichini (8-5), ma gli azzurrini mettono il piede sull’acceleratore (17-10). Nel time out chiamato dalla propria panchina hanno un minuto per ritornare in campo con la giusta concentrazione. L’hanno ritrovata Pizzichini a muro (17-12) e Zanette con un ace (19-15). Ma non basta, il Club Italia è più preciso, sbaglia meno e chiude con un ace di Panciocco (25-18).

La terza frazione di gioco è quella della lotta, fatta di recuperi, attacchi e contrattacchi di giocatori che trascinano i loro compagni di squadra. Sebbene nella fase iniziale Catania rimane sotto (5-1), il recupero arriva e Monica Cresta, richiama i suoi quando i rossazzurri vanno a meno due (13-11). Volley Catania è un coro e questo coro riesce ad arrivare alla parità (19-19), con decisione e incisività. A segnare il primo vantaggio è Bonacic (19-20) ed è ancora lui a chiudere con un attacco vincente (23-25). La speranza si riaccende.

Anche nel quarto set qui si parte sotto (6-4). De Santis sgranocchia un punto (6-5), il pareggio è un giro di mano di Tulone (6-6), e il vantaggio lo prende De Santis (7-6). Si va in parità, ma poi cominciano gli errori rossazzurri (10-8). Di la c’è stanchezza e incredulità di qua esaltazione e voglia di arrivare fino alla fine e agguantare una vittoria. Il set si allunga
con una serie di pareggi. Un muro di Razzetto corrisponde al primo match point (25-26) ed è ancora lui, con tutta la sua violenza, a riconquistare un’altra possibilità per la sua squadra (26-27). Un errore dei federali in chiusura è oggetto di check e controcheck, ma la vittoria è rossazzurra. “A margine della sconfitta di domenica non avevo voluto fare alcuna dichiarazione – è il primo commento di Mauro Puleo – sarebbe quindi troppo facile parlare ora dopo questa vittoria. Quello che voglio dire però è che questa partita è frutto del lavoro di tutto un anno, anche del lavoro di Gianpiero Rigano, nonostante non sia stato con noi oggi. Adesso dobbiamo pensare alla prossima partita e il mio grazie va anche a Gianpiero Rigano. Una menzione particolare va a Dusan Bonaci, è stato decisivo”.

“I ragazzi hanno dato vita ad una grande prova, ma adesso bisogna pensare alla prossima partita. - aggiunge il presidente Natale Aiello, che ha seguito la partita da bordo campo - Quella di oggi era solo Gara 3, il Club Italia rimane in vantaggio di una vittoria e noi ne servono due per la salvezza”.

Club Italia Crai Roma - Messaggerie Bacco Catania 1-3 (25-27, 25-18, 23-25, 26-28)

Club Italia Crai Roma: Salsi 0, Recine 14, Cortesia 8, Cantagalli 14, Panciocco 12, Russo 9, Rondoni (L), Federici (L), Motzo 11. N.E. Sperotto, Zaccari, Ferri, Mosca, Baciocco. All. Cresta.

Messaggerie Bacco Catania: Tulone 1, Bonacic 20, Razzetto 9, De Santis 14,
Zanette Mugnaini 17, Pizzichini 9, Torre 0, Spampinato (L), Sideri 0, Pricoco (L), Reina 1.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley Catania vince gara 3 e riaccende le speranze di salvezza

CataniaToday è in caricamento