menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volley Catania vince gara 3 e riaccende le speranze di salvezza

Gli etnei riaprono i giochi, rimandando tutto a Gara 4 che si disputerà tra le mura amiche del PalaCatania il 3 maggio alle 20:30

E’ stata la partita da all in che avrebbe dovuto essere. Messaggerie Bacco Catania vince 3-1 Gara 3 dei Play Out retrocessione Serie A2 UnipolSai 17/18 contro il Club Italia, riaprendo i giochi e rimandando tutto a Gara 4 che si disputerà tra le mura amiche del PalaCatania il 3 maggio alle 20:30.

Una prova di forza, di incisività e volontà quella della panchina di Mauro Puleo, che ha dimostrato di volere rimanere in gioco e andare avanti, travolgendo con la propria grinta gli azzurrini nelle loro mura casalinghe e aggiudicandosi così la prima vittoria contro i ragazzi di Monica Cresta.

IL MATCH. E’ un Volley Catania grintoso quello che inizia Gara 3. Il primo dei punti rossazzurri è di Leonardo Razzetto (1-1). Dusan Bonacic comincia un ciclo in positivo, in attacco a muro, da centro campo e con un ace in battuta (2-5). I federali sembrano faticare ad entrare in partita. Ne approfittano Danilo De Santis (3-6) e Matteo Pizzichini (3-9). Poi però gli azzurrini sembrano riprendersi e le distanze si accorciano (10-12). Al rientro i rossazzurri si rifanno sotto, si trascinano l’un l’altro e si confrontano con la panchina. Un super Mauricio Zanette mantiene il vantaggio prima con una palla diagonale che sfiora la rete e arriva a terra (15-18) e poi con un ace (15-19). Ma il Club Italia non molla, Catania conquista un set point con Emanuele Spampinato che si coordina con Zanette, ma poi le squadre vanno ai vantaggi, chiude Bonacic (25-27).

Nel secondo set Catania entra in campo con meno smalto di quello dimostrato nel primo set e rimane sotto di ben cinque misure (6-1). Dopo il time out di Puleo le distanze sembrano accorciarsi con un gioco tra Calogero Tulone e Pizzichini (8-5), ma gli azzurrini mettono il piede sull’acceleratore (17-10). Nel time out chiamato dalla propria panchina hanno un minuto per ritornare in campo con la giusta concentrazione. L’hanno ritrovata Pizzichini a muro (17-12) e Zanette con un ace (19-15). Ma non basta, il Club Italia è più preciso, sbaglia meno e chiude con un ace di Panciocco (25-18).

La terza frazione di gioco è quella della lotta, fatta di recuperi, attacchi e contrattacchi di giocatori che trascinano i loro compagni di squadra. Sebbene nella fase iniziale Catania rimane sotto (5-1), il recupero arriva e Monica Cresta, richiama i suoi quando i rossazzurri vanno a meno due (13-11). Volley Catania è un coro e questo coro riesce ad arrivare alla parità (19-19), con decisione e incisività. A segnare il primo vantaggio è Bonacic (19-20) ed è ancora lui a chiudere con un attacco vincente (23-25). La speranza si riaccende.

Anche nel quarto set qui si parte sotto (6-4). De Santis sgranocchia un punto (6-5), il pareggio è un giro di mano di Tulone (6-6), e il vantaggio lo prende De Santis (7-6). Si va in parità, ma poi cominciano gli errori rossazzurri (10-8). Di la c’è stanchezza e incredulità di qua esaltazione e voglia di arrivare fino alla fine e agguantare una vittoria. Il set si allunga
con una serie di pareggi. Un muro di Razzetto corrisponde al primo match point (25-26) ed è ancora lui, con tutta la sua violenza, a riconquistare un’altra possibilità per la sua squadra (26-27). Un errore dei federali in chiusura è oggetto di check e controcheck, ma la vittoria è rossazzurra. “A margine della sconfitta di domenica non avevo voluto fare alcuna dichiarazione – è il primo commento di Mauro Puleo – sarebbe quindi troppo facile parlare ora dopo questa vittoria. Quello che voglio dire però è che questa partita è frutto del lavoro di tutto un anno, anche del lavoro di Gianpiero Rigano, nonostante non sia stato con noi oggi. Adesso dobbiamo pensare alla prossima partita e il mio grazie va anche a Gianpiero Rigano. Una menzione particolare va a Dusan Bonaci, è stato decisivo”.

“I ragazzi hanno dato vita ad una grande prova, ma adesso bisogna pensare alla prossima partita. - aggiunge il presidente Natale Aiello, che ha seguito la partita da bordo campo - Quella di oggi era solo Gara 3, il Club Italia rimane in vantaggio di una vittoria e noi ne servono due per la salvezza”.

Club Italia Crai Roma - Messaggerie Bacco Catania 1-3 (25-27, 25-18, 23-25, 26-28)

Club Italia Crai Roma: Salsi 0, Recine 14, Cortesia 8, Cantagalli 14, Panciocco 12, Russo 9, Rondoni (L), Federici (L), Motzo 11. N.E. Sperotto, Zaccari, Ferri, Mosca, Baciocco. All. Cresta.

Messaggerie Bacco Catania: Tulone 1, Bonacic 20, Razzetto 9, De Santis 14,
Zanette Mugnaini 17, Pizzichini 9, Torre 0, Spampinato (L), Sideri 0, Pricoco (L), Reina 1.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Sicurezza

Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

Ristrutturare

Parquet in casa: guida ai diversi tipi di legno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento