rotate-mobile
Volley

A2: Talmassons espugna Catania, ma la Rizzotti Design è più viva che mai

L’1-3 non cancella l’ottima pallavolo messa in mostra dalle etnee che hanno spaventato a lungo la neo-capolista

Poteva sembrare una sfida dall’esito già scritto, ma per Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania, a dispetto dei pronostici e nonostante l’esito, quella del PalaCatania ha rappresentato probabilmente un nuovo incoraggiante, punto di inizio per un campionato di Serie A2 di ben altra levatura. Le catanesi diMauro Chiappafreddo se la giocano “ruota a ruota” con una delle indiziate alla vittoria del girone, cadendo in quattro set tra gli applausi significativi di tutti. Subito uno sprint per le biancorossazzurre che danno idea dell’approccio alla sfida, devastante diagonale di Bulaich (4-4) a cui fa seguito la fiammata di Conceicao, banda brasiliana classe ’96. Talmassons è decisa ed esce fuori con esperienza, ma PalaCatania è partita vera e punto a punto. Ully Bridi spaventosa dai 9 metri riporta avanti le catanesi (17-16), poi Laura Bovo si mostra implacabile al centro.

Cariche a molla le biancorossazzurre contengono quanto possono Obossa, fino a quando l’asse Nicolini-Conceicao punisce consegnando alle friulane il primo parziale (25-20). Stesso spirito se non migliore nel secondo set per Pallavolo Sicilia che salta e colpisce forte: caratteristiche che identificano il profilo di Daniela Bulaich (27 in questo match). Per Talmassons spicca Obossa per quello che è duello con Bulaich senza esclusione di colpi. Il match sale di ritmo e qualità, cresce Rizzotti Design che nell’organizzazione muro-difesa sembra essere una squadra diversa dalla scorsa domenica, ma ancora Obossa a prendere l’ascensore (17-18) e Conceicao decidono il set con grande maestria.

C’è stato un lavoro mentale straordinario in soli tre giorni per coach Chiappafreddo e il suo staff: allenamento che si manifesta nella sua forma più emozionante nel terzo set. Catania non si disunisce e inizia benissimo, complice l’ace di Martina Bordignon (4-1), e trovando il corridoio con un muro da cineteca di Bertone. Salta altissima Cogliandro a rilanciare le ambizioni di Talmassons ma nessuno “disarma” Bulaich, fenomenale per il 16-10 che sigla il massimo vantaggio etneo. Applaude il PalaCatania per lo spirito visto in campo, il tentativo di rientro da parte di Nicolini, capitano della formazione ospite, spaventa ma non produce l’effetto desiderato. Il massimo sforzo catanese esplode con il destro di Bulaich che riapre i giochi e fa esultare il palazzetto. (25-21) Da una parte l’umiltà e la consapevolezza di Pallavolo Sicilia, dall’altra la potenza e la coscienza di essere un top team di Talmassons. Sulla carta potrebbe non esserci gara, ma le biancorossazzurre tornano con ancora più fame e voglia sul taraflex di casa.

C’è partita, c’è competizione, sale in cattedra il talento di Grigolo e Talmassons si gioca tutte le sue carte. Dal lato etneo, continua a martellare la Bulaich, ma non è la sola. La fantastica prestazione di Alessia Conti, impavida da posto due, produce un break che vale scia e sorpasso (11-9). Forzano gli attacchi le nostre ragazze, ma Talmassons si fa sotto con bravura ed un pizzico di fortuna. Maggipinto prende di tutto in difesa e Cogliandro esce dal cilindro l’ace del 20-21. Quanto basta per consentire alle friulane di chiudere la pratica (23-25). Catania esce sconfitta ma a testa altissima, memore degli errori passati e della strada, ancora lunga, da intraprendere.

Amara soddisfazione, ma anche consapevolezza di quanto prodotto, parla il tecnico Mauro Chiappafreddo: “Sono orgoglioso dello spirito e l’energia positiva prodotta oggi dalle mie ragazze e l’abnegazione mostrata negli allenamenti. Purtroppo, non è arrivato il risultato ma nel nostro animo tanta positività. Ora testa ala trasferta di Vicenza: Le ragazze lavorano tanto, c’è sempre da migliorare, dobbiamo accettarci e perfezionarci”. Sulla scia delle dichiarazioni dell’head coach biancorossazzurro, Giuditta Bonaccorso: “Siamo state una squadra di carattere, abbiamo avuto un atteggiamento positivo e dimostrato che possiamo giocarcela punto a punto con chiunque. Lavoriamo ogni giorno per l’obiettivo, non molliamo e desideriamo di più, già a partire dallo scontro diretto di domenica a Vicenza”. Il tabellino del match:

Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania-CDA Talmassons 1-3 (20-25, 20-25, 25-21, 23-25)

Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania: Bordignon 12, Bertone 11, Bulaich 27, Bridi 3, Bonaccorso (L), Conti M., Oggioni (K), Conti A. 10, Catania 4, Picchi. All. M. Chiappafreddo

Cda Volley Talmassons: Bovo 7, Dalla Rosa 1, Conceicao 19, Marchi NE, Maggipinto (L), Nicolini (K) 4, Cantamessa, Obossa 17, Grigolo 17, Cogliandro 11, Pagotto, Cantamessa NE. All: L.Barbieri

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2: Talmassons espugna Catania, ma la Rizzotti Design è più viva che mai

CataniaToday è in caricamento