rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Volley

Pallavolo, esordio amaro per la Volley Valley: Zafferana vince una partita intensa

Alla Mascagni di Catania una gran partita tra Volley Valley e Cosedil Zafferana. Vincono le ospiti: 2-3 che esalta le qualità di due compagini che hanno tentato per oltre due ore di superarsi.

Una Mascagni di Catania d’altri tempi. Pubblico straordinario, appassionato e infaticabile dal primo all’ultimo punto. Due ore e trenta minuti di adrenalina pura tra i padroni di casa della Volley Valley e Cosedil Zafferana, contrassegnati da scambi lunghi e da difese impossibili. Due ore e trenta minuti di maratona hanno premiato la compagine zafferanese che, in dirittura d’arrivo, è riuscita a timbrare il 15-11 finale che vale due punti preziosissimi, ma esaltano al contempo pure la prova della Volley Valley Funivia dell’Etna con in rosa ben sette atlete cresciute nel proprio vivaio, motivo di grande orgoglio.

PUBBLICO DA APPLAUSI. La Volley Valley raduna i giovani del centro addestramento e del settore giovanile. Ogni coro trasmette senso d’appartenenza e passione. In campo Sofia Carpinato e compagne non si risparmiano. “Vincere alla Mascagni non sarà facile per nessuno – dichiara Piero Maccarone, allenatore del sestetto di casa – siamo riuscite a giocare una gara maiuscola davanti a un pubblico speciale. È stato davvero bello ed emozionante poter finalmente riabbracciare i nostri sostenitori e poter consentire ai nostri tesserati di ammirare partite come questa. Le mie ragazze meritano i complimenti, non si sono risparmiate, ribattendo punto su punto. È stata una partita splendida per intensità ed emozioni vissute”.

LA PARTITA. La partenza si rivela lo specchio complessivo del derby contro la Cosedil Zafferana. L’atteggiamento delle padrone di casa è super, come del resto l’approccio alla partita. Esordio assoluto nel sestetto titolare con la maglia della Volley Valley per Alessia Isgrò, ultima arrivata, e Roberta Azzolina. Nella formazione ospite, allenata da Claudio Mantarro, tre le ex (Riferi, Sturniolo e De Luca) nel complesso di una rosa costruita per fare un campionato da protagonista.

Perso il primo parziale ai vantaggi, la Volley Valley non si disunisce. Il servizio si rivela l’arma in più. Occorre non solo rischiare, ma anche provare a scardinare passo dopo passo le sicurezze zafferanesi.

Nel terzo parziale torna protagonista la squadra ospite, ma nelle battute finali il punto del 24-20 fa capire come la formazione di casa abbia voluto a tutti i costi provare a rientrare. Il punto del 24-21 è uno scambio interminabile che esalta tutti i fondamentali. Nel quarto set la prova della squadra è da autore. Selene Richiusa è brava a caricarsi sulle spalle la responsabilità di mettere a terra il punto decisivo del set (primo tempo) che fa morale e classifica.

Nel quinto set la Mascagni è una bolgia. Sul 10-7 sembrerebbe fatta, ma la reazione convinta delle ospiti ribalta la situazione. Il 15-11 finale consente comunque di muovere la classifica e di guadagnare un punto prezioso accolto con grandissima soddisfazione dalla società. “Sono molto soddisfatto – spiega il direttore generale Francesco Carpinato – dell’atteggiamento delle ragazze in campo. Non hanno mai mollato. Il punto conquistato è stato davvero speciale”.

(foto: Salvo Angelini)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, esordio amaro per la Volley Valley: Zafferana vince una partita intensa

CataniaToday è in caricamento