rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Volley

Tornado Letojanni sulla Gupe, la capolista espugna lo Sporting Center

Niente da fare per la Gupe Volley che ci prova fino all'ultimo ma sbatte su un avversario che non a caso è primo in classifica

È ancora festa per la Savam Costruzioni Volley Letojanni che in tre set schiaccia la Gupe Catania, centra la nona vittoria consecutiva e prosegue spedita ed indisturbata la marcia nel girone M del campionato nazionale maschile di Serie B. La squadra letojannese arriva allo Sporting Center di Sant’Agata Li Battiati consapevole che avrà davanti un avversario tecnicamente inferiore ma determinato a giocarsi tutta la gara confortato dal fattore campo. Nel primo parziale è il Letojanni a condurre il gioco sfruttando soprattutto ottime azioni in attacco di Torre, Cortina e Chillemi, portando il vantaggio a 7-11. Mister Rigano effettua un cambio al centro: fuori Fasanaro (che ha accusato un lieve disturbo fisico poi recuperato), dentro Arena che offre il suo importante contributo sia a muro che in attacco, mentre si continuano a concretizzare azioni ben calibrate e strategiche che aumentano il distacco degli ospiti. Sul 9-15 il tecnico Petrone decide di chiedere il primo time-out ma al rientro in campo sono i letojannesi a tornare ancora più carichi e con Torre che centra due punti con il servizio si arriva sull’11-19. Petrone non ci sta e chiama di nuovo a raccolta i suoi sul 12-20. Riprende il gioco, i padroni di casa cercano di resistere e di arrancare su tutte le palle ma la netta superiorità degli ospiti, sia per esperienza che per potenzialità individuali non gli dà la possibilità di trovare spazio e Chillemi rincara la dose allungando con altri due punti. Per arrivare a 23 ci pensa Torre con una pipe, lo stesso che chiude anche il set con una schiacciata dalla seconda linea.

Nel secondo set è sempre il Letojanni a tenere testa, iniziando a staccarsi dagli avversari. Sul 6 a 11 è time-out per la squadra locale ma non è sufficiente per recuperare lo svantaggio. Capitan Cortina insieme a Torre e Chillemi non sbagliano un colpo sia in attacco che dalla linea dei 9 metri e spiazzano gli avversari mettendoli in difficoltà, mentre a muro ci pensano il rientrato Fasanaro con Battiato. Sul 13 a 20 è sempre Petrone a fermare il gioco per cercare di cambiare registro ma a nulla serve. I letojannesi, nonostante qualche imprecisione di troppo in fase ricettiva permettono agli etnei di accorciare le distanze. Nel frattempo Rigano inserisce Vitale. L’ultimo punto per i letojannesi è un regalo degli avversari che sbagliano la battuta e il set si conclude con il risultato finale di 20 a 25.

E’ sicuramente il terzo set quello più combattuto, all’inizio del quale le due squadre si rincorrono punto a punto fino al 6 pari. Rigano decide di spendere il primo time-out della partita ma non basta per scuotere i suoi ragazzi che accusano un momento di confusione; i padroni di casa ne approfittano e effettuano il sorpasso sul risultato parziale 12-10. Con Battiato al servizio e una ricognizione di impeccabili azioni in attacco, viene restituito agli jonici il vantaggio massimo di 12 a 17, tanto da indurre l’allenatore del Catania a chiedere il secondo time-out. Chillemi va in battuta ed è ace, e subito dopo viene sostituito da Buremi, così come sono potenti e determinanti i servizi di Torre per arrivare sul 15 a 21. Sul 17 a 22, Rigano si accorge che la sua squadra ha qualche tentennamento ed è pronto a chiamare time-out e spezzare il gioco con l’ingresso di Vitale e Scheid al posto di Fasanaro e Balsamo. Il 25 a 20 finale è un errore in attacco di Calabrese, uno dei migliori degli avversari. Soddisfatto del risultato mister Rigano, consapevole di guidare una squadra ben strutturata e con grandi potenzialità “che – ha affermato – è stata capace di dimostrare la superiorità rispetto all’avversario confermando il primato della classifica”. 

GUPE CATANIA: Corallo 5, Nicosia 1, Calabrese 11, De Costa, 8, Scuderi F. 3, Magrì (L), Romano 0, Scuderi R. 4, Giuliano e Fisichella Ne. All: Fabrizio Petrone
ASD VOLLEY LETOJANNI: Battiato 8, Cortina 12, Torre 17, Chillemi 13, Fasanaro 4, Balsamo 2, Chiesa (L), Buremi 0, Vitale 0, Scheid 0, Arena 1, Romeo Ne. All: Gianpietro Rigano e Claudio Mantarro. 
PARZIALI SET: 16-25; 20-25; 20-25
ARBITRI: Andrea Ippolito di Caltanissetta e Carmelo Fioria di Enna

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornado Letojanni sulla Gupe, la capolista espugna lo Sporting Center

CataniaToday è in caricamento