Walter Palazzo, quarto posto al "Paul Ricard" e un pizzico di amarezza

Il pilota catanese è arrivato sul tracciato francese senza conoscerne una curva. Un nastro di asfalto impegnativo, veloce, curvoni in appoggio e tanto altro ancora

Walter Palazzo si piazza al quarto posto nell'appuntamento del campionato italiano Gran Turismo del "Paul Ricard" di Le Castellet. Il pilota catanese è arrivato sul tracciato francese senza conoscerne una curva. Un nastro di asfalto impegnativo, veloce, curvoni in appoggio e tanto altro ancora. Nella configurazione del weekend, la pista sviluppava 5.822 metri e per Walter i giri a disposizione sono stati veramente pochi.

La sessione di prove libere è stata equamente divisa con il compagno Vincenzo Montalbano e ovviamente ognuno ha disputato la sua qualifica, per Walter la seconda sessione cronometrata. Il meteo comunque ci ha messo la zampino, per Vincenzo la gara è stata al sabato sull’asciutto, mentre per Walter c’è stata gara 2 con situazione di pista umida dopo la bomba d’acqua del primo pomeriggio. Con Set Up da bagnato e pneumatici da asciutto il feeling con la vettura era molto difficile e provare a forzare non aveva senso. Con un posteriore così “ballerino” era inutile andare a cercare rischi inutili. Quarto posto alla fine, sarà per la prossima gara nuovamente in Italia.

Walter Palazzo ha commentato così il weekend: "È stato un fine settimana difficilissimo, la pista è bellissima e non si può imparare con i pochi giri che ho fatto. Purtroppo nella mia gara ho trovato le peggiori condizioni possibile, tracciato umido con gomme da asciutto e assetto da bagnato. Il posteriore era molto leggero e tendeva a “scappare”, ho provato a forzare per recuperare ma non ne valeva la pena, la macchina diventava troppo impegnativa. Spero di rifarmi nel prossimo appuntamento"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento