Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bianco consegna nuovi locali alla comunità di Sant'Egidio per aiutare migranti e catanesi in difficoltà | VIDEO

I nuovi locali sono stati approntati in sei mesi con un intervento che prevedeva il rifacimento di tutti gli impianti

 

"Abbiamo deciso di dare questi spazi alla Comunità di Sant'Egidio perché possa svolgere la sua attività in favore dei più deboli, ascoltare chi ha bisogno, poter dare loro un consiglio, una possibilità, un'opportunità, un aiuto". Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco dopo aver consegnato al rappresentante della Comunità Emiliano Abramo, uno spazio di 250 metri quadrati al primo piano di via Castello Ursino all'angolo con via Transito, dove un tempo si trovavano gli uffici dell'Anagrafe, poi trasferiti nel Centro direzionale di San Leone. I nuovi locali sono stati approntati in sei mesi con un intervento che prevedeva il rifacimento di tutti gli impianti.

"I volontari di Sant'Egidio - ha detto Bianco - svolgono diverse attività in favore di tutti coloro i quali si trovano in una condizione di difficoltà: famiglie catanesi, famiglie di questo quartiere ad alto livello di disagio, e anche migranti. Anche grazie a questi nuovi locali, tutti coloro i quali si trovano in difficoltà in questo quartiere, potranno avere un po' di attenzione e di disponibilità, un aiuto. L'amministrazione comunale è al fianco di tutti coloro i quali aiutano chi soffre e naturalmente chi è in condizione di disagio. Un sostegno che ha un'unica condizione: che si rispettino le regole, il principio di legalità, che non si scavalchi la fila di chi aspettano e non si pretenda di avere un'attenzione diversa da quella degli altri". Abramo ha ringraziato il Sindaco per aver sempre sostenuto la Comunità nel proprio lavoro e si è detto felice dei nuovi locali, "molto belli, ampi, adatti a rispondere alle domande dei meno fortunati di questo quartiere".

Potrebbe Interessarti

Torna su
CataniaToday è in caricamento