rotate-mobile

Controlli in mare e sul litorale per Ferragosto: la capitaneria in campo anche contro il Coronavirus

Saranno presenti circa 150 uomini della capitaneria di porto per vigilare sul rispetto delle regole della navigazione e sulla prevenzione da Covid-19 in queste giornate particolarmente “calde”

Il comandante della Capitaneria di Porto di Catania, Giancarlo Russo, traccia un bilancio di mezza estate inerente l’attività dell’operazione annuale “Mare Sicuro”. Oltre ai controlli in mare sul rispetto delle regole della navigazione, possesso delle dotazioni di bordo per i diportisti e sulla pesca professionale e sportiva, l’azione di controllo della guardia costiera si è ampliata al rispetto delle norme sul Coronavirus. “Rivolgo un appello proprio a ridosso del Ferragosto - spiega Russo - affinché tutti collaborino in maniera responsabile per limitare il contagio. E’ questo il momento di mettere da parte l’egoismo e pensare che potremmo a nostra volta infettare i nostri cari". Il rispetto dell’ordinanza regionale, che prevede l’utilizzo della mascherina in tutte quelle situazioni in cui non è possibile garantire un distanziamento sociale, si pone quindi come condizione necessaria anche per la fruizione delle spiagge. Non a caso anche il Comune di Catania, per mano dell’attuale sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi, ha emanato un provvedimento con cui si impedisce la creazione di accampamenti e assembramenti dal 13 al 16 agosto. Saranno presenti circa 150 uomini della guardia costiera per vigilare nell’area di giurisdizione, da Gela fino alle isole Eolie, in queste tre giornate particolarmente “calde”. Anche i controlli nei locali, nei lidi e nelle discoteche in spiaggia continueranno insieme alle altre forze dell’ordine. 

Video popolari

Controlli in mare e sul litorale per Ferragosto: la capitaneria in campo anche contro il Coronavirus

CataniaToday è in caricamento