Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parlano i francesi della Renault 4: "Tutti i controlli fatti, siamo da amici in un momento difficile"

Con un video hanno cercato di fare chiarezza a seguito dell'esplosione del "caso" che li ha coinvolti dopo il loro passaggio dallo stretto di Messina per giungere ad Aci Trezza

 

Con un video caricato su Facebook i tre francesi della "famosa" Renault 4 hanno voluto fare chiarezza sul loro viaggio, oggetto di un vero e proprio scontro diplomatico tra la Regione, il Comune di Messina e il Ministero degli Interni. L'auto era divenuta il simbolo della mancanza di controlli ma i ragazzi hanno raccontato la loro versione dei fatti con l'aiuto della famiglia che li ospita nel catanese. I francesi si trovavano in Campania da diversi mesi e sono artisti di strada: una volta avvenuto il lockdown sono rimasti in difficoltà economiche e sono stati invitati da amici in Sicilia per avere un tetto sopra la testa con l'aiuto di una famiglia spagnola. Sono stati fermati, come loro stessi dicono, e sottoposti a un tampone risultando negativi e si sarebbero anche registrati nel portale online della Regione dichiarando motivi di necessità. Dopo un'attesa di tre giorni a Reggio sono riusciti a traghettare e poi giungere ad Aci Trezza.

Potrebbe Interessarti

Torna su
CataniaToday è in caricamento