Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Elisa emoziona il PalaCatania con tutte le sfumature della sua musica | Video

Un viaggio trasversale dai successi in inglese a quelli in italiano, intenso e coinvolgente come solo Elisa Toffoli riesce a fare

 

Reduce da un lungo tour completamente sold out nei teatri di tutta Italia, la cantautrice di Monfalcone è ritornata a Catania emozionando un PalaCatania stracolmo di fan. Un viaggio trasversale dai successi in inglese a quelli in italiano, intenso e coinvolgente come solo Elisa Toffoli riesce a fare.

Nonostante l’intoppo del cambio location a pochi giorni dal concerto - a causa dell’indisponibilità del Pal'Art di Acireale, chiuso per ristrutturazione - l’organizzazione Giuseppe Rapisarda Managment è riuscita ad offrire uno splendido spettacolo alla città di Catania.

Elisa fa il suo ingresso, in punta di piedi, per salutare Catania e presentare l’artista italo-australiano Michael Leonardi, di origini catanesi che ha aperto il concerto con tre suoi pezzi. Poi, sul palco, ritorna Elisa. Al piano con “Quelli che restano”, scritta e cantata con il maestro Francesco De Gregori e “Promettimi”, “Anche fragile” e “Tua per sempre”, accompagnati dalle immagini che ripercorrono la storia della cantante.

Tra gli ultimi inediti, c'è anche “In piedi”, un brano dedicato alle donne di ogni etnia ed età. “Questo è per tutte le donne che stanno ancora soffrendo. Non siamo lontani dal momento in cui le donne potranno essere rispettate. Continuiamo a proteggerci le une con le altre"... “in piedi”. Palloncini rossi, illuminati ed è uno dei momenti più emozionanti della serata.

Seguonoe “Se piovesse il tuo nome” e “L'anima vola”. Poi i brani in inglese, da “Stay” a “Rainbow”, e così via ascoltando tutti i successi. Sulle note di “A prayer”, Elisa armata di tamburo punta l'attenzione su un tema che le sta molto a cuore, quello dell'ambiente e del cambiamento climatico. Tra le immagini scorrono quelle della giovane ambientalista Greta Thunberg e degli scioperi climatici. A chiusura la citazione del capo Sioux: “Quando l’ultimo albero sarà abbattuto, l’ultimo pesce mangiato, e l’ultimo fiume avvelenato, vi renderete conto che non si può mangiare il denaro”. 

E ancora, “Together” a “Gli ostacoli del cuore”, cantata più dai fan che dall'artista. La chiusura è dedicata ai bambini con la poesia in musica “A modo tuo”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
CataniaToday è in caricamento