Ottanta mila mascherine gratuitamente dalla Cina a cinque comuni della Sicilia

Ad annunciarlo è Dino Giarrusso, europarlamentare Movimento Cinquestelle: "Indispensabile l’apporto dei sindaci, che si sono mossi rapidamente, ed hanno ricevuto le mascherine dopo i giusti, rigorosi controlli doganali".

"In un momento così difficile è per me motivo di orgoglio aver portato 80.000 mascherine gratuitamente dalla Cina a cinque comuni di Sicilia e Sardegna. Credo che dovere di un politico sia innanzitutto quello di aiutare i cittadini ogni volta che può, e credo che questa dotazione gratuita porti un po’ d’aiuto in un momento così complicato, specie in quelle comunità troppo spesso dimenticate dalla politica. Ringrazio l’imprenditrice Ge Wang e gli ingegneri Privitera e Costanza per aver realizzato questa piccola grande impresa. Ringrazio di cuore gli attivisti del Movimento Cinquestelle di Acireale, Centuripe, Biancavilla, Nuoro e Porto Torres per il loro incessante impegno: proprio da una loro segnalazione, che denunciava difficoltà nel reperimento di mascherine, è infatti nata l’idea di farne recapitare così tante, gratis nei loro comuni".  E' quanto dichiara Dino Giarrusso, europarlamentare Movimento Cinquestelle che precisa quanto sia stato "indispensabile l’apporto dei sindaci, che si sono mossi rapidamente, ed hanno ricevuto le mascherine dopo i giusti, rigorosi controlli doganali".

"Una parte di questa fornitura gratuita andrà anche ai comuni limitrofi che ne hanno bisogno, nella speranza di poter organizzare un altro carico come questo, prestissimo. Permettetemi però di ringraziare più di tutti quei meravigliosi bambini cinesi che hanno realizzato dei disegni bellissimi, commoventi, per i loro coetanei sardi e siciliani. Ogni pacco di mascherine è accompagnato da questi piccoli capolavori, che sono una dolce testimonianza di come sia importante, in questo momento più che mai, la collaborazione fra persone e fra popoli diversi, la fratellanza, l’unione. Alla fine di questa maledetta epidemia realizzerò in ogni comune una mostra con i designi dei bambini cinesi per i loro amcihetti lontani, perché trovo che siano un documento di straordinario valore", continua Giarrusso.

"Acireale, Centuripe, Biancavilla, Nuoro, Porto Torres, come tutta la Sicilia la Sardegna e l’Italia intera, hanno bisogno di ripartire. Ma per ripartire dobbiamo prima sconfiggere definitivamente il virus. Teniamo duro ancora qualche tempo, continuiamo con la prudenza, usiamo mascherine, guanti e ogni altra accortezza, uscendo solo se necessario, così da sconfiggere l’epidemia e poter ripartire, più forti di prima", conclude l'europarlamentare del M5s.

Si parla di

Video popolari

Ottanta mila mascherine gratuitamente dalla Cina a cinque comuni della Sicilia

CataniaToday è in caricamento