Sabato, 18 Settembre 2021

La pescheria riparte: vetri in plexiglass, igienizzante per i clienti ed accessi limitati

A piccoli passi, riparte anche la vendita di prodotti ittici dai banconi della pescheria di Catania. Gli ingressi attualmente previsti sono tre, per limitare l'afflusso di visitatori

Il primo giorno di riapertura della pescheria lascia tutti contenti. Clienti entusiasti per poter tornare alla loro routine quotidiana, seppure con le dovute limitazioni, ed operatori disposti ad adeguarsi senza recriminazioni alle stringenti norme igienico sanitarie imposte dalla pandemia. I più scrupolosi hanno montato delle protezioni in plexigas, altri si sono attrezzati con teloni trasparenti e visiere trasparenti. Su via Dusmet la protezione civile invita gli acquirenti a disinfettare le mani, pulendole con una soluzione igienizzante, mentre sotto le scale poste alle spalle de "l'Acqua o linzolu" un addetto raccomanda col megafono di mantenere il distanziamento nel piazzale. Anche su via Pardo ingressi centellinati per evitare il sovraffollamento. Da segnalare l'assoluta mancanza di venditori non autorizzati. Presenti anche i termoscanner per la rilevazione immediata della temperatura corporea.

Il sindaco Salvo Pogliese, affiancato dagli assessori Ludovico Balsamo, Fabio Cantarella e dal capo di gabinetto Giuseppe Ferraro, si è recato stamattina nel mercato storico della pescheria per incontrare i cittadini e gli operatori durante il primo giorno di riapertura.

“La corresponsabilità tra Comune ed esercenti -ha detto Pogliese – è un metodo di collaborazione che vale anche per il futuro dei nostri mercati storici. Siamo orgogliosi di aver perseguito e trovato soluzioni condivise che ci hanno aiutato a ripartire in sicurezza e funzionalità, perché Catania deve offrire sempre di più, in termini di nuovi servizi ed efficienza, una città che si trasforma e si rinnova adeguandosi al cambiamento con un impegno corale fondato sul dialogo che stiamo mettendo in ogni settore che riprende la propria attività”. Nella notte l’assessorato comunale all’ecologia, diretto da Fabio Cantarella, ha provveduto ad una nuova sanificazione dell’area mercatale che sarà ripetuta anche nei giorni a seguire, con carenza periodica. Soddisfatto per la positività dell’esperimento nella prima giornata di riapertura della pescheria, anche l’assessore alle attività produttive Ludovico Balsamo. ”Sono fiero - ha detto - di aver contribuito insieme coi funzionari della Direzione Attività Produttive e le associazioni di categoria ad attuare i progetti che erano stati positivamente vagliati in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Nei prossimi giorni il mercato della Pescheria avrà altri operatori per la vendita in grado di adempiere alle prescrizioni, ma dovremo mantenere a ogni costo lo stesso ordine di questo straordinario inizio”.

Si parla di

Video popolari

La pescheria riparte: vetri in plexiglass, igienizzante per i clienti ed accessi limitati

CataniaToday è in caricamento