Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Controlli in mare della finanza, multe per i pescatori sportivi in zona rossa

I controlli hanno interessato l'intera area di competenza della finanza etnea, da Taormina a Capo Santa Croce, passando anche da Riposto ed il litorale acese. Una decina le multe elevate nel mese di gennaio

 

I controlli posti in essere dalla guardia di finanza etnea in questi giorni, per verificare l’effettivo adempimento delle norme a tutela della salute pubblica emanate dal Governo nazionale e regionale, si sono svolti anche in mare e lungo le coste. In particolare, le pattuglie della fiamme gialle di Catania hanno attuato posti di controllo sulle strade della provincia e per mare, verificando le comprovate esigenze ed i motivi di necessità ed urgenza per i quali i cittadini hanno lasciato le proprie abitazioni.

In due circostanze le ragioni elencate sono state ritenute insufficienti dai finanzieri e le persone sono state sanzionate per inottemperanza agli ordini dell’autorità. In mare, come già avvenuto la settimana scorsa, durante la navigazione della motovedetta V 616 della sezione operativa navale di Catania, sono stati individuati e sanzionati due amanti della pesca sportiva a bordo dei loro rispettivi natanti nelle acque antistanti il porto di Ognina e San Giovanni Li Cuti. I controlli hanno interessato l'intera area di competenza della finanza etnea, da Taormina a Capo Santa Croce, passando anche da Riposto ed il litorale acese. Una decina le multe elevate nel mese di gennaio.

Dalle dichiarazioni dei diportisti sanzionati è emerso  che gli stessi stavano svolgendo l’attività di pesca in zona rossa pur non avendo comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute come previsto dalla normativa in vigore. La guardia di finanza nei prossimi giorni continuerà i servizi di controllo, aumentando il numero di propri militari presenti sul territorio e incrementando sensibilmente i pattugliamenti in mare.

Potrebbe Interessarti

Torna su
CataniaToday è in caricamento