rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022

Operazione "Sabbie mobili": "Vittime di estorsione denuncino, solo lo Stato garantisce protezione"

Le parole del direttore centrale anticrimine della polizia di Stato, Francesco Messina sul blitz antimafia che questa mattina ha portato alla disarticolazione dell’associazione mafiosa Santapaola - Ercolano - squadra di Lineri, con l'esecuzione di 21 custodie cautelari

Le parole del direttore centrale anticrimine della polizia di Stato, Francesco Messina sul blitz antimafia che ha portato alla disarticolazione dell’associazione mafiosa Santapaola - Ercolano - squadra di Lineri con l'esecuzione di 21 custodie cautelari: "Su trentadue casi di estorsione, soltanto la metà hanno collaborato. Un altra metà si è guardata bene dal denunciare e collaborare con la giustizia. Una cattiva condotta che va stigmatizzata, perchè sui fenomeni estorsivi abbiamo investito in repressione e sono anni che abbiamo inciso su questo spazio criminale. Non è concepibile - sottolinea Messina - che si consideri l'azione della criminalità organizzata come azione protezione. L'unica protezione consentita è quella dello Stato, il resto è crimine".

Duecentocinquanta euro al mese per dare "protezione" e "la carta delle estorsioni": ecco come si muoveva la squadra di Lineri

Operazione "Sabbie mobili", i nomi degli arrestati

Sullo stesso argomento

Video popolari

Operazione "Sabbie mobili": "Vittime di estorsione denuncino, solo lo Stato garantisce protezione"

CataniaToday è in caricamento