rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022

Il legale di Humanity: "Non c'è una scadenza per lasciare il porto"

Lo rende noto l'avvocato Riccardo Campochiaro, del team legale di Sos Humanity, anche in relazione alla tempistica di presentazione dei ricorsi al Tar del Lazio ed al tribunale civile. A bordo della Geo Barents rimangono invece 215 persone, tre delle quali si sono gettate in acqua. Sono stati soccorsi, ma non vogliono tornare sulla nave

"Nel provvedimento in cui si dice al comandante della nave di lasciare il porto di Catania con a bordo i 35 migranti rimasti a bordo non c'è una scadenza, un termine temporale". Lo rende noto l'avvocato Riccardo Campochiaro, del team legale di Sos Humanity, anche in relazione alla tempistica di presentazione dei ricorsi al Tar del Lazio ed al tribunale civile.

Tre migranti si gettano in mare dalla Geo Barents

A bordo della Geo Barents rimangono invece 215 persone, tre delle quali si sono gettate in acqua. Sono stati soccorsi. Solo una delle tre persone coinvolte nel gesto dimostrativo è ritornata sull'imbarcazione attraccata ieri presso il molo Sporgente Centrale, ed è in buone condizioni di salute. "Ha spiegato di essersi buttato - spiegano dallo staff di Medici Senza Frontiere - per aiutare uno degli altri che ha compiuto questo gesto a raggiungere la banchina sano e salvo. Restano al molo le altre due persone che stiamo assistendo".

WhatsApp Image 2022-11-07 at 16.46.19-2

La protesta dei migranti a bordo della Geo Barents

I migranti della Humanity 1 rifiutano il cibo

Un gran numero di naufraghi ha cominciato a mangiare poco o saltare i pasti a causa della fase depressiva che ora stanno attraversando. Lo riferiscono gli attivisti della ong Sos Humanity, che si trovano a bordo della Humanity 1, la nave nel porto di Catania con a bordo 35 migranti che non sono sbarcati.

Continua la protesta degli attivisti

WhatsApp Image 2022-11-07 at 16.51.05

La protesta nei pressi della Geo Barents

Nel frattempo continua la protesta, in forma statica, degli attivisti della Rete Antirazzista, che urlano slogan invocando lo sbarco immediato di tutti i migranti presenti a bordo delle due navi umanitarie. Il sit in va avanti da ieri pomeriggio a fasi alterne, sia presso il molo Centrale che presso quello di Levante.

Rise Above verso Reggio Calabria, arrivo alle 3

E' Reggio Calabria il porto assegnato alla Rise Above. Lo fa sapere la stessa ong. L'arrivo è previsto intorno alle 3 di notte. "Le persone a bordo sono esauste, i bambini hanno il raffreddore", avevano fatto sapere da bordo.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Il legale di Humanity: "Non c'è una scadenza per lasciare il porto"

CataniaToday è in caricamento