Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spaccia tra i bambini nella villa comunale di Misterbianco, arrestato | VIDEO

I carabinieri di Catania hanno arrestato il 25enne catanese Francesco Privitera, già coinvolto nell’operazione “Doks” del luglio 2017, poiché ritenuto responsabile di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti

 

I "Lupi", squadra speciale dei carabinieri, sabato sera hanno programmato ed eseguito un servizio di osservazione nei pressi del parco giochi per bambini della villa Angelo Musco di Misterbianco. 

I militari hanno notato il soggetto fermo in compagnia di altri giovani: l'uomo riceveva in strada i vari clienti che giungevano in macchina o a bordo di motocicli da via Galliano. Ricevuta l’ordinazione, non curante della presenza nell’area giochi di bambini accompagnati dai genitori, si spostava poi per una decina di metri all’interno del stesso parco e, costeggiando il muro di una piccola costruzione, prelevava da un foro praticato appositamente nel muro la droga che consegnava all’acquirente in cambio di denaro. I carabinieri, per non turbare i bambini intenti a giocare, hanno scelto il momento opportuno per intervenire e bloccare lo spacciatore che è stato trovato in possesso di circa 200 euro in contanti (nascosti negli slip).

In seguito sono state trovate 21 dosi di marijuana (circa 40 grammi) ed un bilancino elettronico di precisione, nascosti dentro un foro. Nell’abitazione del pusher c'erano altri 15 grammi della stessa droga e diverso materiale comunemente utilizzato dagli spacciatori per confezionare le dosi di stupefacente da vendere. Il denaro e la droga sono sati sequestrati, mentre l’arrestato, in attesa della direttissima, è stato relegato ai domiciliari.

Potrebbe Interessarti

Torna su
CataniaToday è in caricamento