Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Operazione "Drug stable": proiettili dai Nizza contro i Cappello per punire uno sconfinamento | Video

E' stato ricostruita la dinamica del tentato omicidio di due esponenti del clan Cappello, attinti dai proiettili mentre si trovavano nei pressi di viale Moncada 21 la sera dell' 11 maggio 2019. E' stato ricostruita la dinamica del tentato omicidio di due esponenti del clan Cappello, attinti dai proiettili mentre si trovavano nei pressi di viale Moncada 21 la sera dell' 11 maggio 2019

 

A far scattare la spedizione punitiva ci sarebbe stato uno sconfinamento nella vendita di marijuana, che avrebbe leso gli interessi del clan Nizza. I proiettili furono "scaricati" in punti ritenuti vitali dagli investigatori e dai medici da Antonino Battaglia e Michael Nicotra, che utilizzarono le armi detenute da Giuliano Giovanni Scordino, poi abbandonate nei pressi del luogo della sparatoria a causa dell'arrivo delle forze dell'ordine sul posto.

Vai all'articolo

Potrebbe Interessarti

Torna su
CataniaToday è in caricamento