rotate-mobile

La Uil contro la violenza di genere, Meli: "I maltrattatori devono essere curati" | Video

Enza Meli, segretaria generale della Uil etnea, ha partecipato ad un dibattito sul tema della violenza sulle donne presso la sede di via Sangiuliano

"Più che case per donne vittime di violenza, servirebbero case per maltrattatori. Mi dispiace dire che io butterei la chiave. Si guarisce solo se ci si cura: purtoppo, una volta soli, diventano irrecuperabili e tornano ad essere dei veri e propri ammalati". Parole durissime quelle di Enza Meli, segretaria generale della Uil etnea, che questa mattina ha partecipato ad un dibattito sul tema della violenza sulle donne presso la sede di via Sangiuliano 365. L'iniziativa è stata promossa dal dipartimento Pari Opportunità e dal servizio Mobbing & Stalking.

“La paura può imprigionarti, la speranza può liberarti. Se sei vittima o conosci vittime di abusi o maltrattamenti, bullismo o crimini informatici, rivolgiti alla Uil di Catania, al servizio Mobbing & Stalking, al dipartimento Pari Opportunità, all’Ufficio legale. Telefona allo 095.312106, oppure vieni a trovarci in via Sangiuliano 365 Catania”. Questo è l’appello diffuso oggi dall’organizzazione sindacale catanese in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Il messaggio, lanciato in mattinata nel corso di un evento nella sala "Mico Geraci", è riportato anche su un volantino chiuso da due nastrini che è stato consegnato in tutti i luoghi di lavoro. "Un nastrino è rosso, simbolo della violenza di genere – spiega Enza Meli – l’altro è azzurro, il colore del Sindacato delle Persone, che esprime fiducia in un cambiamento culturale fondato sul rispetto".

Dopo i saluti della segretaria generale, assieme alle responsabili di Mobbing&Stalking, Agata Giuliano, e Pari Opportunità, Serena Vitale, ci sono state le testimonianze di Enza Mignacca e Letizia Palmeri, vittime di gravi casi di violenza domestica, e di Cinzia Cantarero, zia della ventisettenne Jenny Cantarero, uccisa a colpi di pistola a Lineri la sera dello scorso 10 dicembre. Oltre Enza Mignacca, Letizia Palmeri e Cinzia Cantarero, oggi nella sala “Geraci” sono intervenuti anche l’avvocatessa Emanuela Annita Scuderi e il sociologo Sergio Platania, l’attore Bruno Torrisi, Puccio Castrogiovanni, tra i fondatori del gruppo musicale “I Lautari”, la flautista Nunziata de Francesco, le cantanti Eleonora Bordonaro e Marianna Cappellani. La pittrice Cettina Tiralosi ha infine mostrato alcune delle sue installazioni digitali.

Sullo stesso argomento

Video popolari

La Uil contro la violenza di genere, Meli: "I maltrattatori devono essere curati" | Video

CataniaToday è in caricamento