Teatro, è morta Ileana Rigano: grande interprete di capolavori siciliani

Palermitana di origine e catanese d'adozione, Rigano è stata protagonista di tante commedie come "La governante", con la compagnia Albertazzi/Proclemer per la regia di Giuseppe Patroni Griffi

L'attrice Ileana Rigano, interprete cinematografica e teatrale di grande rilevanza per il palcoscenico siciliano, è morta in ospedale a Roma dopo una breve malattia. Aveva 72 anni. L'annuncio della scomparsa è stato dato dalla famiglia su Facebook. Lascia il marito Roberto Jansen e due figli. Da tempo si era stabilita nel comune etneo di Trecastagni (Catania).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Palermitana di origine e catanese d'adozione, Rigano è stata protagonista di tante commedie come "La governante", con la compagnia Albertazzi/Proclemer per la regia di Giuseppe Patroni Griffi, e "Per favore non svegliate la signora" con la compagnia di Domenico Modugno. Dal 1974 collaborava con il Teatro Stabile di Catania, dove, nel corso di una lunga collaborazione con Turi Ferro e Ida Carrara, ha interpretato tanti capolavori siciliani: da "Pensaci Giacomino" a "Il berretto a sonagli", passando per "Don Giovanni in Sicilia", "I Malavoglia", "Il Gattopardo", "Vita dei campi". Ileana Rigano ha recitato anche in tv e tra i suoi lavori più recenti c'è un ruolo ne "Il commissario Montalbano" su Rai Uno dove a fianco di Luca Zingaretti recitò in "Una faccenda delicata" e in "Tocco d'artista"; su Canale è apparsa nella fiction "Il capo dei capi" dove ha interpretato la parte di La madre di Biagio Schirò. Per il cinema il suo ruolo più recente è nel 2019 con il film "Picciridda - Con i piedi nella sabbia," tratto dal romanzo di Catena Fiorello. Sul grande schermo la sua carriera era iniziata nel 1966 con una piccola parte nel film musicale "Rita la zanzara" (1966) con Rita Pavone diretta da Lina Wertmüller. E' poi apparsa in "Un bellissimo novembre" (1971) con la regia di Mauro Bolognini, "Noi donne siamo fatte così" (1971) di Dino Risi. Tra gli altri film "Un caso di coscienza", "Scacco alla regina", "Il giudice ragazzino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento