Menopausa: rimedi naturali per contrastarla

Esistono alcuni rimedi naturali coi quali è possibile poter contrastare la menopausa: è un qualcosa di totalmente diverso dal normale approccio farmacologico

La menopausa nelle donne non è un avvenimento improvviso e definitivo. Si manifesta a poco a poco (ipertensione, ansia, variazioni dell'umore, vampate, secchezza vaginale, gonfiore addominale) rendendo il ciclo prima irregolare e poi interrompendolo definitivamente. 

Normalmente nei confronti della menopausa si ha un approccio farmacologico che si basa su una terapia ormonale sostitutiva a base di estrogeni e progesterone che mira a ridurre i diversi sintomi (sudorazione, modificazione del ritmo del sonno, del metabolismo dei grassi, della funzionalità cardicata, neuronale e muscolo-scheletrica) ed a prevenire l'osteoporosi. Al contempo però ci sono molti effetti collaterali come nausea, ipertensione ed un leggero aumento dell'incidenza di carcinoma all'utero ed alla mammella.

Per questo motivo è possibile sperimentare anche dei rimedi diversi da quello farmacologico che possono alleviare i sintomi tipici di questo periodo.

Rimedi naturali contro la menopausa

Cimicifuga: è una pianta erbacea perenne, conosciuta come erba delle donne. Contiene glicosidi triterpenici, che svolgono una azione simile a quella della serotonina e sono fondamentali nel contrastare le disfunzioni neurovegetative premestruali, in particolar modo le vampate di calore, la sudorazione eccessiva, la cefalea, l'irritabilità, i disturbi del sonno e le palpitazioni cardiache. Riduce i livelli ematici di LH (ormone luneinizzante), ma non quello di FSH, l'ormone follicolo stimolante. Contrasta inoltre la perdita ossea minerale.

Agnocasto: l'estratto di agnocasto (che si ricava dal frutto maturo della pianta), inibisce la secrezione di prolattina e stimola quella dell'ormone luteinizzante e dell'ormone follicolo stimolante. E' molto efficace come antispasmodico e sedativo per i dolori intestinali ed addominali, per l'irritabilità e l'ansia. Essendo una pianta con spiccate proprietà endocrine bisogna fare attenzione ad utilizzarlo in concomitanza con altre terapie ormonali. Può però provocare effetti collaterali come nausea, mal di testa, disturbi gastrointestinali e mestruali, acne, prurito ed eritema.

Legumi: la soia abbassa il colesterolo e riduce le vampate di calore, i disturbi del sonno, l'irritabilità e la depressione grazie alla presenza di isoflavoni (lipidi ricchi di acidi grassi insaturi e delle saponine). Anche il trifoglio è risultato essere un rimedio utile con effetti simili alla soia. 

Esercizio fisico: fare movimento in maniera costante aiuta sia il fisico che la mente. Può inoltre contrastare l'osteoporosi, le malattie cardiovascolari e l'aumento di peso. Favorisce inoltre l'equilibrio ormonale, migliora il sonno e l'umore.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Premiate le 14 migliori pizze della Sicilia orientale

  • Dimentica di inserire il freno a mano, muore schiacciata dalla sua auto

  • Vedono la polizia e scappano a 150 chilometri orari, arrestati

  • Cinque arancini gourmet: le ricette della quinta edizione di Chicchi riso e uva di Sicilia

  • Bucato profumato? Come pulire la lavatrice

Torna su
CataniaToday è in caricamento