Rapina al bar Tiffany, in manette un 19enne albanese

Klevis Hasaj, insieme ad un complice lo scorso 1 aprile aveva portato via dal bar di Aci Bonaccorsi l'incasso e circa 15 mila euro di gratta e vinci

Alle 22 del 1° aprile scorso due criminali, con il volto travisato da caschi tipo jet e pistola in pugno, hanno assaolito il Bar “Tiffany” di Via Garibaldi ad  Aci Bonaccorsi impossessandosi dell’incasso della giornata e di una ingente quantità di gratta e vinci (del valore complessivo di circa 15.000 euro). I malviventi prima di fuggire a bordo di uno scooter avevano colpito violentemente al volto un cliente del bar solo perché si era opposto all’atto criminale. Il poveretto, soccorso e medicato all’ospedale di Acireale, ha riportato delle ferite guaribili in una trentina di giorni.

L’attività investigativa svolta dai carabinieri di Viagrande, corredata dall’analisi delle immagini registrate dai sistemi di video sorveglianza attivi nell’esercizio pubblico, le dichiarazioni delle persone offese e dei testimoni, nonché la conoscenza diretta da parte degli investigatori dell’humus criminale operante nell’hinterland etneo, ha consentito di dare un volto ad uno dei rapinatori. Ieri mattina quando il giudice per le indagini preliminari ha ordinato l’arresto del 19enne albanese Klevis Hasaj e la custodia cautelare nel carcere di Catania piazza Lanza per rapina aggravata in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Santapaola-Ercolano, blitz dei carabinieri del Ros: i nomi degli arrestati

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Blitz dei carabinieri del Ros: arresti e sequestro di beni al clan Santapaola-Ercolano

  • Cade lampione su passante mentre allestiscono luci di Natale in via Etnea

  • Inchiesta "Viceré", scarcerato Alberto Caruso esponente del clan Laudani

Torna su
CataniaToday è in caricamento