Bronte, arrestato pensionato: in casa aveva armi e droga

Il 67enne è ritenuto responsabile di detenzione illecita di arma da fuoco e coltivazione illecita di sostanze stupefacenti. Insieme a lui anche la giovane badante romena di 22 anni che però risponderà solo della seconda accusa.

È accaduto ieri sera quando i carabinieri della compagnia di Randazzo hanno fatto irruzione nell’abitazione di un pensionato di 67 anni a Bronte. Dopo la perquisizione sono state rinvenute nel comodino una pistola Mauser-Werke calibro 6,35, col colpo in canna e caricatore inserito, una pistola a salve marca Rhoner Sportwaffen mod.15 calibro 8 mm priva di tappo rosso nascosta tra la biancheria nell’armadio della stanza da letto. Continuando con la perquisizione gli uomini dell'Arma hanno scoperto tra gli alberi di ulivo una mini piantagione di canapa indiana, 16 piante curate sembrerebbe in modo esclusivo dalla giovane badante. 

La pistola cal.6,35, in ottimo stato d’uso e perfettamente funzionante, sarà inviata al R.I.S. di Messina per gli accertamenti tecnico balistici che potrebbero stabilirne l’eventuale utilizzo in azioni criminose. Il pensionato è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza mentre la 22enne attenderà il giudizio agli arresti domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Librino, in 40 aggrediscono due agenti che tentavano di fermare una moto senza targa

  • Tentato omicidio a Palagonia, coltellate e spari dopo una lite: un ferito

  • Cannizzaro, paziente ringrazia chirurghi e infermieri regalando 10 televisori al reparto

  • Poste Italiane cercano portalettere anche a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento