Cgil, Cisl e Uil solidali con il Sindaco per le minacce ricevute sui social

I segretari provinciali condannano con forza qualsiasi gesto o espressione lesiva della dignità

Piena solidarietà al sindaco di Catania, in merito ad un video con pesanti minacce postato sui social, viene espressa da Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl attraverso i segretari provinciali che condannano con tutta la loro forza qualsiasi gesto o espressione lesiva della dignità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In un momento difficile come quello che stiamo vivendo, forse una guerra invisibile che assomiglia tanto alle battaglie del passato ma senza armi, non possiamo metterci l’uno contro l’altro ma dobbiamo collaborare, rispettando le regole, informandoci e dando fiducia a chi ci rappresenta. A tal proposito le istituzioni stanno facendo di tutto proprio per garantire la pubblica incolumità e venire incontro alla cittadinanza: nel caso specifico il primo cittadino ha dimostrato estrema sensibilità verso la popolazione spostando anche il pagamento della Tari nonostante le ben note difficoltà del Comune. Sindaco che ha deciso di avere con noi sindacati un colloquio costante: sono diverse le videoconferenze che vengono fatte proprio per garantire un dialogo continuo per il bene di cittadini e lavoratori. Adesso tocca a noi tutti collaborare e rimanendo a casa possiamo tutelare noi stessi e gli altri e aiutare la collettività. Come sempre restiamo anche noi sindacati a disposizione dei nostri iscritti perché nessuno va lasciato solo. Anche in campo sanitario si stanno facendo sforzi importanti per reperire nuovi posti letto, convertire strutture a covid-hospital. Senza dimenticare che proprio il sindaco ha manifestato attenzione anche per i soggetti svantaggiati. Solo uniti possiamo vincere questa battaglia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva preso due aerei ed un taxi per tornare in Sicilia: morta 73enne

  • "Sono uscito per vendere droga", lo dichiara nell'autocertificazione: arrestato

  • Fanno la spesa, ma non possono pagare: due cittadini identificati

  • Coronavirus, l'avanzata resta costante: in Sicilia 73 nuovi casi, a Catania +30

  • "A casa con febbre e tosse, ma nessun tampone", il racconto di un giornalista di CataniaToday

  • Coronavirus, al Garibaldi già dieci guariti con la terapia "combinata"

Torna su
CataniaToday è in caricamento