Sassi contro il bus dei tifosi ospiti, Daspo per 5 ultras catanesi

Adottati provvedimenti daspo con obbligo di firma e irrogate le corrispondenti sanzioni per violazione del regolamento d’uso del locale impianto sportivo

Agguato dei supporter catanesi nei confronti degli ultras stabiesi che a bordo di un pullman si dirigevano verso lo stadio. Due tifosi della “curva sud”, S.M., di anni 22, con precedenti in ambito sportivo, e L.R., di anni 32, già sottoposto a daspo, sono stati denunciati in quanto ritenuti entrambi responsabili del lancio di oggetti contundenti in concorso.

Nella circostanza, sono stati sequestrati anche due dei motocicli utilizzati dai supporter etnei per commettere l’azione criminosa. Le successive indagini, condotte con il contributo delle immagini videoriprese effettuate dal personale del locale della polizia scientifica e dal sistema di videosorveglianza dello stadio A. Massimino, hanno consentito di deferire all’Autorità Giudiziaria anche uno dei leader della “curva sud”, O.N. di anni 28, pluridaspato, per aver materialmente lanciato un oggetto contro il pullman dei sostenitori stabiesi nonché E.P., di anni 21 e L.S., di anni 19 per avere acceso fumogeni all’interno dello stadio durante lo svolgimento del match.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Adottati provvedimenti daspo con obbligo di firma e irrogate le corrispondenti sanzioni per violazione del regolamento d’uso del locale impianto sportivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Coronavirus, numerose segnalazioni di gente in giro: immunità di gregge o incoscienza?

  • Coronavirus, sospeso avvio della stagione balneare

  • Incidente stradale a Biancavilla, moto contro un palo: morto 19enne

  • Covid-19, morto vigile del fuoco: anche il padre vittima del virus

  • La provincia di Catania raggiunge i 500 casi positivi (+14), Pogliese: "Stare a casa ora più che mai"

Torna su
CataniaToday è in caricamento