Caltagirone ricorda Don Pino Puglisi con un "arazzo di fuoco"

Oltre 3 mila coppi alimentati con olio d'oliva e sistemati sui 142 gradini decorati con le maioliche torneranno ad accendersi

Sarà sia un omaggio alla Madonna, sia a Padre Pino Puglisi, il parroco di Brancaccio ucciso dalla mafia a Palermo il 15 settembre 1993, ora Beato, il disegno che mercoledì 15 agosto si illuminerà sulla Scala di Santa Maria del Monte di Caltagirone. Dopo il 24 e 25 luglio scorsi, gli oltre 3 mila coppi alimentati con olio d'oliva e sistemati sui 142 gradini decorati con le maioliche torneranno ad accendersi ed a trasformarsi in un arazzo di fuoco in occasione del "clou" dei festeggiamenti in onore di Maria Santissima del Ponte, co-patrona della città. "Siamo fiduciosi - sottolinea il sindaco Gino Ioppolo - che pure gli appuntamenti del 14 e 15 agosto, nel costituire un omaggio alla co-patrona della città e quest'anno, nella ricorrenza dell'anniversario del sacrificio del Beato padre Pino Puglisi, a tutte le vittime della criminalità mafiosa, confermino questa eccezionale capacità attrattiva".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo decreto: che cosa chiude e cosa resta aperto a Catania

  • Coronavirus, in Sicilia 936 persone attualmente positive: a Catania sono 288

  • Coronavirus, aumentano anche le vittime a Catania: morto 84enne

  • Coronavirus, tre guariti all'ospedale Garibaldi curati con farmaco sperimentale

  • Positiva al Covid-19, prende due aerei e a Catania un taxi: adesso è ricoverata

  • Coronavirus, azienda catanese lancia mascherine in silicone con stampa 3D

Torna su
CataniaToday è in caricamento