Furti e rapine nella provincia etnea, 6 arresti in poche ore

Si avvicinano le festività natalizie e aumentano i reati predatori in genere. Il comando provinciale dei Carabinieri di Catania ha così intensificato i controlli: in 24 ore sei arresti per furti e rapine

Si avvicinano le festività natalizie e aumentano i reati predatori in genere. Il comando provinciale dei Carabinieri di Catania ha così intensificato i controlli: in 24 ore sei arresti per furti e rapine.

VIALE AFRICA - Un giovane pregiudicato senza fissa dimora, in viale Africa, ha tentato di derubare un mauriziano di 46 anni. Senza alcuna esitazione si è scagliato contro il malcapitato ed a calci e pugni lo ha costretto a consegnargli il cellulare (uno Smartphone della Samsung)  e il portafogli, peraltro contenente solo dei documenti. Per fortuna,  l’episodio non è passato inosservato ad una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Piazza Dante che, dopo un breve inseguimento, hanno bloccato ed arrestato il criminale. La vittima è stata trasportata in ambulanza all’Ospedale Vittorio Emanuele dove i medici del pronto soccorso gli hanno diagnosticato un "trauma cranico con frattura ossa nasali" e una prognosi di 30 giorni. L’arrestato è un 29enne, nigeriano.

PIAZZA TEATRO MASSIMO -  Stanotte, un 18enne A.M., originario del Mali, è stato arrestato, in flagranza, dai carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale per furto aggravato e porto abusivo di arma impropria. I militari lo hanno beccato in piazza Teatro Massimo mentre si stava allontanando con una borsa sottratta poco prima all’interno di un Pub ad una ragazza di Sant’Agata li Battiati. Perquisito è stato trovato in possesso di un seghetto opportunamente limato e trasformato in arma  impropria. La refurtiva è stata restituita alla vittima mentre il seghetto è stato posto sotto sequestro. L’arrestato è stato  trattenuto in camera di sicurezza in attesa del giudizio per direttissima.

ACIREALE - Stanotte, due ladri, dopo aver forzato una porta d’ingresso secondaria, hanno pensato bene di fare una visitina all’interno dell’ex Hotel delle Terme di Acireale, già chiuso da qualche anno, per razziare diverso materiale idraulico (rubinetterie e lavabi) e degli infissi in alluminio anodizzato.  La sorte avversa ha voluto che un vigilantes si accorgesse della porta violata e che avvertisse in tempo reale il 112 che immediatamente ha inviato  sul posto una gazzella del  Nucleo Radiomobile della locale Compagnia. I due Carabinieri, appena giunti, sono entrati nell’albergo ed hanno sorpreso i due mentre erano ancora intenti a smontare gli infissi. I militari, dopo averli ammanettati, hanno rinvenuto, in una stradina adiacente alla struttura, una Lancia Y,  già carica di parte della refurtiva, sottoposta a sequestro poiché priva di assicurazione obbligatoria.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

BRONTE - I carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Randazzo hanno arrestato, in flagranza, un 23enne, del posto, per tentato furto aggravato in concorso. Stanotte, l’equipaggio della gazzella lo ha beccato mentre con l’aiuto di un complice, fuggito via, tentava di forzare la saracinesca d’ingresso  dell’esercizio commerciale “Etna Frutta” di  Via Martiri di Via Fani a Bronte. Sul posto sono stati rinvenuti e sequestrati gli arnesi da scasso. L’arrestato è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa del giudizio per direttissima. 
  
VIAGRANDE - Carabinieri della  Stazione di Viagrande hanno arrestato, in flagranza, un 38enne di Aci Catena per tentato furto aggravato in concorso. Stamattina, intorno alle 06:00, i militari  hanno sorpreso l’uomo mentre, con l’aiuto di un complice riuscito a fuggire,  stava rubando la  grondaia in rame da una villa ubicata in via Garibaldi a Viagrande. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario mentre l’arrestato è stato associato al carcere di  Catania Piazza Lanza. Sono in corso le indagini per identificare il malvivente fuggito.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Reati fiscali, coinvolti nomi della cordata interessata al Calcio Catania: gli arrestati

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, auto contro tir: morta una donna, grave il figlio

Torna su
CataniaToday è in caricamento