I "Lupi" lo beccano a spacciare a pochi giorni dal primo arresto

I militari hanno arrestato il catanese Emanuele Spampinato di 42 anni, a casa teneva 18 dosi di cocaina

I carabinieri della squadra “Lupi” del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale hanno arrestato il 42enne catanese Emanuele Spampinato ritenuto responsabile del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. L’uomo, nello specifico, era una vecchia conoscenza dei militari poiché, soltanto dieci giorni fa lo avevano già arrestato con nove dosi di cocaina. E come se non bastasse, due giorni prima era stato denunciato per le stesse motivazioni. I militari pertanto, decisi a dare un taglio alla “carriera” del pusher e avendo ragionevolmente supposto, a seguito di specifica attività info investigativa, che quest’ultimo ancora detenesse quantitativi di droga nella sua abitazione, hanno deciso di effettuare una perquisizione per verificare le loro ipotesi. In effetti l’uomo, che mai si sarebbe aspettato quell’ulteriore visita dei “Lupi”, ha mostrato un certo nervosismo che percepito all’istante dai militari ha fatto scattare la perquisizione con conseguente rinvenimento e sequestro di 18 dosi di cocaina conservate dentro un barattolo di vetro occultato nel soppalco del bagno. Ammesso alla direttissima, è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, così come deciso dal giudice al termine dell’udienza di convalida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Librino, in 40 aggrediscono due agenti che tentavano di fermare una moto senza targa

  • Tentato omicidio a Palagonia, coltellate e spari dopo una lite: un ferito

  • Cannizzaro, paziente ringrazia chirurghi e infermieri regalando 10 televisori al reparto

  • Poste Italiane cercano portalettere anche a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento