Chiudono Telejonica e Rete 8: "Usciremo di scena silenziosamente"

Rete 8 e Telejonica, storiche emittenti catanesi direttamente riconducibili al Gruppo Ciancio, sono state messe in liquidazione. I vertici aziendali hanno comunicato che i 14 lavoratori saranno tutti licenziati dopo aver "subito" tre anni di contratto di solidarietà con una riduzione di ore lavorate che è arrivata quasi al 50 per cento

Rete 8 e Telejonica, storiche emittenti catanesi direttamente riconducibili al Gruppo Ciancio, sono state messe in liquidazione. I vertici aziendali hanno comunicato che i 14 lavoratori saranno tutti licenziati dopo aver “subito” tre anni di contratto di solidarietà con una riduzione di ore lavorate che è arrivata quasi al 50 per cento. Lo comunica la Cisl- Fistel etnea e l'Assostampa di Catania stigmatizzando questa scelta estrema.

I lavoratori chiamano in causa i sindacati, a cominciare dall'Assostampa regionale e Cisl-Fistel , e i rappresentanti istituzionali, affinché vigilino sulle procedure messe in atto dall'azienda per la liquidazione e individuino percorsi di tutela del lavoro e soluzioni non traumatiche. Lanciano inoltre un appello agli imprenditori della città per valutarne l'acquisizione e non far morire una realtà da anni radicata nel territorio e con margini di rilancio molto elevati, tenuto conto delle poliedriche professionalità presenti e dell'esiguo costo del personale. “Usciremo di scena – spiegano i lavoratori in una nota - lottando silenziosamente. Nessun sit-in, nessuna protesta, nessun blocco stradale. Tutto questo servirebbe a poco. Ci piacerebbe, però, che quanti negli anni hanno avuto una ribalta nei tg e nelle trasmissioni di approfondimento, a partire dai tanti rappresentanti istituzionali, ci facessero sapere cosa ne pensano”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Avatar anonimo di Guido Capraro
    Guido Capraro

    Sono solidale con le lavotrici e i lavoratori di queste storiche emittenti televisive, Ho avuto modo di conoscerne e apprezzare alcuni e mi rattrista che vada perduto un importante patrimonio umano e di professionalità. Un abbraccio, Guido Capraro

  • Avatar anonimo di angelo
    angelo

    Tengo a precisare che si sta male a sentire che tante realtà siciliane spariscono.....ma chi sta dietro a tutto ciò sa che e arrivato il momento di dare un taglio.....sapendo che non c'è più nulla da fare,sono molto vicino a chi ha dato anima e corpo per far diventare grande sogno che svanisce.Il grppoo Editoriale sta mettendo in liquidazione tutto etere Catanese vedi Radio Sis,Radio telecolor,adesso telejonica rete 8 ecc aspettiamoci altre sorprese è ce ne saranno di piu Grandi......a Catania.

    • Avatar anonimo di angelo
      angelo

      Tengo a precisare che si sta male a sentire che tante realtà siciliane spariscono.....ma chi sta dietro a tutto ciò sa che e arrivato il momento di dare un taglio.....sapendo che non c'è più nulla da fare,sono molto vicino a chi ha dato anima e corpo per far diventare un grande sogno che svanisce.Il grppoo Editoriale sta mettendo in liquidazione tutto etere Catanese vedi Radio Sis,Radio telecolor,adesso telejonica rete 8 ecc aspettiamoci altre sorprese è ce ne saranno di piu Grandi......a Catania.

  • Avatar anonimo di Francesca
    Francesca

    Mi dispiace, soprattutto per i giornalisti che, a mio avviso, hanno condotto i tg e le rubriche in modo chiaro e, devo dire anche quasi "indipendente", girando i vari canali locali, mi sono sempre piacevolmente soffermata a vedere e seguire tali trasmissioni… spero di ritrovare questi volti, in altri canali…

  • Avatar anonimo di Dario
    Dario

    Mi dispiace per i lavoratori ma, per essere obiettivi, che senso ha di esistere un'emittente che per il 90% del palinsesto trasmette pubblicità e televendite di basso profilo? Il panorama delle tv locali siciliane è simile, 80/90% pubblicità e televendite e il restante spalmato tra tg, alcuni inguardabili, sport, repliche reiterate di improbabili cantanti napoletani e film antelucani!! Ripeto che va salvaguardato l'impiego ma ci vorrebbe un bel giro di boa e offrire dei contenuti degni!!

    • Avatar anonimo di Mario
      Mario

      se avessi anche una lontana idea di quanto costano "i contenuti" capiresti da solo che hai perso un'occasione per tacere..... guarda RAI e Mediaset, divertiti con loro....

      • Avatar anonimo di Dario
        Dario

        I "contenuti" possono anche essere realizzati in loco, le menti ci sarebbero, e non necessariamente essere acquistati. Per il resto il panorama è desolante ed è sotto gli occhi...basta guardare uno qualsiasi dei canali per rendersene conto. Infine, invece di tacciare gli altri di incompetenza, faresti meglio a farti un esame di coscienza serio e ammettere, senza indurre la gente al "silenzio", la realtà ovvero che la situazione qualitativa è quella che è, ci faresti una figura migliore di quella che hai fatto rispondendo come hai risposto!!  

  • Vergogna

  • Ci vorrebbe un editore/imprenditore con le palle che rilevi le due emittenti con la voglia di rompere il monopolio dei Ciancio sulla informazione a Catania!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    San Giorgio, nasconde dietro il frigo oltre 700 euro di droga: arrestato

  • Cronaca

    Uccise un suo paziente con un colpo di fucile: condannato psicologo

  • Cronaca

    StMicroelectronics, Uilm: "Scarafaggi in mensa e nei cestini del pane"

  • Cronaca

    Rifiuti, primo giorno in emergenza per Dusty: ancora cassonetti pieni

I più letti della settimana

  • Assaltano un supermercato e fuggono in Smart, presi in tre

  • Piazza Europa, identificato il corpo trovato in mare: è il 51enne Antonio Sabella

  • Papa Francesco arriva a Catania: inizia il viaggio del pontefice

  • Lungomare, recuperato il cadavere di un uomo in mare

  • Lunghe code nelle vie d'accesso a Catania: due incidenti

  • Previsioni meteo, in arrivo il maltempo: emanata l'allerta 'gialla'

Torna su
CataniaToday è in caricamento