Pm di Agrigento a Roma con i funzionari del Viminale, Salvini non molla

Matteo Salvini rilancia: "Interrogasse me, non andasse a chiedere lumi a dei funzionari, che svolgono delle direttive che il responsabile dà, cioè io"

Il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio sarà oggi a Roma per ascoltare i funzionari del Viminale nell'ambito dell'inchiesta sul trattenimento di 150 migranti a bordo della nave Diciotti della Guardia Costiera, ferma da giorni nel porto di Catania. Dal canto suo, il vicepremier Matteo Salvini rilancia: "Interrogasse me, non andasse a chiedere lumi a dei funzionari, che svolgono delle direttive che il responsabile dà, cioè io". "Se questo magistrato vuole capire qualcosa - ha continuato riferendosi alla missione di domani del procuratore Patronaggio - deve evitare i passaggi intermedi. Visto che c'è questo presunto sequestratore, che per qualcuno sarei io, sono disponibile a farmi interrogare domani mattina", ha detto Salvini, intervistato in serata a Zapping su Rai Radio 1. Il vicepremier si è anche detto pronto ad avviare verifiche per individuare i "veri" profughi, prima ancora di far sbarcare le persone sul territorio italiano. "Sto valutando di introdurre procedure di identificazione e riconoscimento dei migranti, per capire se sono profughi o meno, prima ancora che sbarchino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Santapaola-Ercolano, blitz dei carabinieri del Ros: i nomi degli arrestati

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Blitz dei carabinieri del Ros: arresti e sequestro di beni al clan Santapaola-Ercolano

  • Cade lampione su passante mentre allestiscono luci di Natale in via Etnea

  • Poste Italiane cercano portalettere anche a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento