Scordia: scomparso Maurizio Cosentino di 57 anni

Nella giornata di lunedì 16 gennaio è scomparso Maurizio Cosentino, presidente di una cooperativa ortofrutticola. L'uomo aveva detto alla moglie che andava ad una riunione di lavoro ma non è più tornato

Il sito del noto programma televisivo "Chi l' ha Visto" rende noto che Maurizio Cosentino, 57 anni, sposato, due figlie, di Scordia in provincia di Catania è scomparso da un paio di giorni.

Lunedì 16 gennaio l’uomo, presidente di una cooperativa ortofrutticola, ha detto alla moglie che si sarebbe recato a Siracusa per una riunione di produttori agricoli ma non è più tornato.

Maurizio si è allontanato alle 10:30 del mattino  con la sua auto, una Renault Clio 1.5 diesel blu metallizzato del 2004, targata CM772WT, lasciando a casa il cellulare, cosa per lui insolita. Normalmente da queste riunioni rientra tardi la sera e così l’allarme è scattato solo il giorno dopo, quando la polizia ha comunicato il ritrovamento del borsello dell’uomo sul treno Roma - Siracusa, all’altezza di Taormina. Dentro c'erano la sua carta d’identità, il codice fiscale, gli occhiali da vista e quelli da sole, il numero di telefono di casa e una lettera molto allarmante indirizzata ai familiari.

Tra le informazioni date dalla famiglia per  riconosce Maurrizio Cosentino il suo ultimo abbigliamento: giubbotto lungo nero, un maglione di lana beige, una camicia chiara a quadretti, pantaloni jeans blu chiaro e scarpe nere con lacci. Portava un orologio con cinturino metallico.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione a Librino, ladri piazzano bomba davanti a un tabacchi: un morto

  • Scoperto arsenale, era nascosto in serbatoi sotterrati vicino al lido Le Capannine

  • Assalto in banca con escavatore a Trecastagni: si cercano i ladri in fuga

  • "Cattivo Tenente", i nomi degli arrestati

  • Ragazze picchiano le compagne di scuola e diffondono il video sui social

  • Beccati a lavorare e confezionare 180 chilogrammi di marijuana, arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento