Morti bianche: i sindacati hanno chiesto al Prefetto più controlli

Il problema della sicurezza sul lavoro e delle relative morti bianche, è stato affrontato oggi dai segretari di Cgil, Cisl, Uil e Ugl nel corso dell’incontro con il nuovo prefetto Francesca Cannizzo

Il problema della sicurezza sul lavoro e delle relative morti bianche, è stato affrontato oggi dai segretari di Cgil, Cisl, Uil e Ugl nel corso dell’incontro con il nuovo prefetto Francesca Cannizzo.

"Oltre al doveroso saluto e agli auguri di buon lavoro che il sindacato catanese ha rivolto al prefetto – hanno dichiarato Angelo Villari, Alfio Giulio, Angelo Mattone e Carmelo Mazzeo – Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno ribadito la richiesta di una chiara ricognizione di risorse umane e strumentali che sono in campo per la lotta alle troppe violazioni delle norme sulla sicurezza del lavoro che sono causa di incidenti e morti bianche. In questo ambito, Catania ha un triste primato di cui ci si può solo vergognare. Il prefetto Cannizzo ha assicurato attenzione prioritaria alla questione, anche con riferimento alla richiesta sindacale di un incontro tematico con la partecipazione di parti sociali, forze dell’ordine, Inps, Inail e Azienda sanitaria provinciale".


"Cgil, Cisl, Uil e Ugl – hanno continuato Villari, Giulio, Mattone e Mazzeo – hanno altresì discusso delle vertenze storiche, oltre che di quelle più recenti emerse nel mondo del lavoro catanese ma non meno cariche di motivi di preoccupazione. Per garantire la migliore interlocuzione su situazioni di crisi occupazionale che stanno creando allarme e sofferenze in tantissime famiglie del nostro territorio, il prefetto Cannizzo e le organizzazioni sindacali hanno concordato che ogni vertenza sarà trattata in sede istituzionale sempre con la partecipazione di rappresentanti delle segreterie confederali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl".

Angelo Villari, Alfio Giulio, Angelo Mattone e Carmelo Mazzeo, infine, hanno confermato l’impegno  "in prima linea" per la difesa della legalità come condizione irrinunciabile di sviluppo, motivo dominante della "Notte Bianca contro la mafia e per il Lavoro" che venne organizzata lo scorso anno dal sindacato a Catania con un’esaltante partecipazione di cittadini, studenti, lavoratori, rappresentanti delle istituzioni .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Librino, in 40 aggrediscono due agenti che tentavano di fermare una moto senza targa

  • Tentato omicidio a Palagonia, coltellate e spari dopo una lite: un ferito

  • Cannizzaro, paziente ringrazia chirurghi e infermieri regalando 10 televisori al reparto

  • Poste Italiane cercano portalettere anche a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento