L'odissea di un netturbino: abbandonato per 24 ore in una discarica

Tutta colpa di un autocompattore guasto: l'uomo, che lavora per una ditta di Altavilla Milicia, ha trascorso la notte in una discarica dell'hinterland etneo sotto la pioggia e senza mangiare. Le sue richieste di aiuto sarebbero rimaste inascoltate

Stava completando la solita operazione di sversamento dei rifiuti, per una ditta palermitana, quando a un certo punto il mezzo che guidava si è guastato. Così un netturbino è rimasto da solo in una discarica per 24 ore, senza mangiare, sotto la pioggia. Abbandonato totalmente in un impianto di smaltimento rifiuti dell'hinterland etneo, ad attendere l'arrivo dell'assistenza per poter far ritorno a casa perché l'autocompattatore si era guastato.

Secondo quanto riferito dall'agenzia Agi, intorno alle 11 il lavoratore, a seguito di un guasto meccanico al mezzo compattatore, avrebbe comunicato la sua disavventura ai vertici del Coinres e il Comune di Altavilla Milicia, ma - sostiene l'uomo - senza ricevere alcun soccorso, rimanendo esposto alle proibitive condizioni meteo e all'impossibilità di consumare un pasto. Solo questa mattina, grazie a un collega autista di un'altra azienda, il lavoratore è riuscito a rientrare a casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Coronavirus, numerose segnalazioni di gente in giro: immunità di gregge o incoscienza?

  • Coronavirus, sospeso avvio della stagione balneare

  • Covid-19, morto vigile del fuoco: anche il padre vittima del virus

  • Incidente stradale a Biancavilla, moto contro un palo: morto 19enne

  • "Una speranza per Catania", iniziativa dei ragazzi dei mercatini rionali

Torna su
CataniaToday è in caricamento