Occupazione suolo pubblico: multe in città e controlli serrati

Scattati in tutta la città i controlli sui suoli pubblici occupati abusivamente dagli esercizi commerciali. Multati due punti vendita di frutta e ortaggi in via Martino Cilestri e in via Gabriele D'Annunzio

Controlli sull’occupazione abusiva di suolo pubblico sono stati avviati in diverse zone della città, su disposizione del sindaco Raffaele Stancanelli d'intesa con l'assessore alle Attività Produttive Franz Cannizzo e condotti dalla squadra annonaria della polizia municipale.

Le verifiche, coordinate dal commissario Francesco Caccamo, riguardano in particolare l'effettivo spazio di suolo pubblico occupato dagli operatori commerciali della città  nei pressi dei loro punti vendita.

Durante le verifiche sono stati elevati diversi verbali ad attività di vendita che occupavano un’area più estesa di quella prevista dall’autorizzazione amministrativa rilasciata dal Comune, come nel caso di due punti vendita di frutta e ortaggi in via Martino Cilestri e in via Gabriele D’Annunzio, le cui superfici occupate sono risultate complessivamente il doppio di quelle consentite dall’autorizzazione comunale.

Nei prossimi giorni l'assessorato alle Attività Produttive disporrà i provvedimenti previsti in questi casi dalla legge che prevedono, tra l’altro, anche la sospensione della vendita dell'attività commerciale per diversi giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il fenomeno dell'occupazione abusiva di suolo pubblico a Catania - evidenzia l'Assessore alle Attività Produttive Franz Cannizzo - ha prodotto e continua a produrre danni ingenti anche sotto l'aspetto economico ed è una vera propria forma di concorrenza sleale. Anche la collettività viene colpita dall’abuso in quanto il pagamento dell’autorizzazione è soltanto parziale. Nei prossimi mesi questi controlli saranno intensificati per frenare quello che è una cattiva abitudine della città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Pensioni d’invalidità con la compiacenza di medici dell’Asp: sei misure cautelari

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Coronavirus, in Sicilia si fermano i decessi: 4 nuovi casi a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento