Pedara, intere zone senza gas: "Impianti pronti e mai entrati in funzione”

La denuncia arriva dal Movimento 5 Stelle che ha anche presentato un'interpellanza all'assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica

"A pagare le spese delle cattive amministrazioni sono sempre e solo i cittadini". È questa la denuncia del Movimento 5 Stelle sul caso di Pedara, dove sono moltissimi i residenti che devono pagare il gas per ben due volte. La rete di distribuzione gas metano nella zona sud di Pedara “Sericciola Ombra”, infatti, realizzata con un mutuo a carico del Comune, per un importo di 1 milione e 600 mila euro, è pronta dal lontano 2012, ma non è mai entrata in funzione. La denuncia porta la firma della deputata M5S del catanese all’Assemblea Regionale Siciliana Angela Foti che interpella la Regione e chiede un accertamento urgente delle responsabilità circa il mancato servizio. 

Sulla vicenda è interviene anche il consigliere comunale 5Stelle di Pedara, Nuccio Tropi che sulla questione aveva presentato un’interrogazione al Comune. “Le persone sono costrette a comprare bombole di gas, - dice Tropi - mentre una rete di distribuzione, costata oltre il milione di euro, marcisce inutilizzata a beffa dei pedaresi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • "Sono uscito per vendere droga", lo dichiara nell'autocertificazione: arrestato

  • Coronavirus, l'avanzata resta costante: in Sicilia 73 nuovi casi, a Catania +30

  • Coronavirus, numerose segnalazioni di gente in giro: immunità di gregge o incoscienza?

  • Coronavirus, sospeso avvio della stagione balneare

  • Incidente stradale a Biancavilla, moto contro un palo: morto 19enne

Torna su
CataniaToday è in caricamento