Presentato il progetto per bambini "Nati per leggere"

Presentato il progetto nato per promuovere la lettura ad alta voce ai bambini fin dai primi mesi di vita, che toccherà i 58 Comuni del comprensorio etneo

Presidente Castiglione

Un bambino ha diritto ad essere protetto non solo dalla malattia, ma anche dalla mancanza di adeguate occasioni di sviluppo. Abituare un bambino alla lettura quotidiana lo accompagna nella crescita e lo aiuta ad ottenere un futuro successo scolastico. Per questo la Provincia di Catania- assessorato alle Politiche Sociali, in collaborazione con FIMP- Federazione Italiana Medici Pediatri, PAIDòS-Pediatria e Cultura e Associazione Culturale Moncada ha adottato con entusiasmo un progetto nato per promuovere la lettura ad alta voce ai bambini fin dai primi mesi di vita, che toccherà i 58 Comuni del comprensorio etneo.

"Nati per leggere – ha spiegato il presidente Giuseppe Castglioneha l’obiettivo di sensibilizzare i genitori a praticare, sempre più spesso, l’esperienza della lettura insieme ai propri figli. Il contatto tattile con la carta stampata, lo stimolo dei colori delle immagini e il tono vocale della lettura, sono tutti elementi fondamentali per l’evoluzione e la percezione cognitiva dei bambini. In particolare – ha osservato il presidente – i passatempi preferiti oggi dai giovanissimi sono sempre più il computer e i videogiochi, e se da un lato i nostri ragazzi sono diventati abilissimi con le nuove tecnologie, dall’altra si perdono quanto di più coinvolgente, utile e formativo possa scaturire dall’ascolto di favole e filastrocche, ninna nanne o storie inventate. Ringrazio pertanto tutti i pediatri della Provincia – ha concluso Castiglione – che stanno mettendo la loro professionalità a servizio di un progetto che porterà benefici allo sviluppo psicomotorio, cognitivo e relazionale dei nostri bambini".


Dello stesso avviso l’assessore provinciale alle Politiche Sociali, Pippo Pagano che ha sottolineato la valenza sociale del progetto, ricordando come: "recenti ricerche scientifiche hanno dimostrato che il leggere ad alta voce e con una certa continuità abbia un’influenza positiva nei bambini in età prescolare, li aiuta nella proprietà di linguaggio, nella capacità di mantenere l’attenzione e la concentrazione, e nel livello di autostima".

Il progetto prevede una serie di iniziative rivolte a bambini, genitori, medici, educatori, biblioteche comunali e i reparti di pediatria delle strutture ospedaliere, ed è stato proposto al presidente Castiglione dal consigliere provinciale Antonello Sinatra, anch’egli medico pediatra.

"Leggere insieme ai nostri piccoli – ha spiegato Sinatra – oltre ad assicurare una crescita serena, li educa all’amore per la lettura che tanto arricchisce il lessico ed il pensiero. La difficoltà a leggere e a scrivere – ha aggiunto – è inoltre un problema che colpisce soprattutto i bambini che appartengono a famiglie in condizioni socioeconomiche svantaggiate. Bisogna agire proprio in questi contesti  per contribuire a diffondere la passione per la lettura e la cultura”.

Alla conferenza stampa erano presenti anche l’assessore provinciale Francesco Ciancitto, il dottore Giuseppe Mazzola, segretario provinciale FIMP di Catania, Antonio Gulino, direttore rivista PAIDOS, e Domenico Mazzone, professore ordinario di neuropsichiatria infantile e autore di un interessante intervento ispirato dal suo recente saggio “Disturbi neuropsichiatrici in età evolutiva”. Il primo appuntamento del progetto è “Nati per insegnare a leggere”, convegno specialistico per spiegare i benefici della lettura fin dai primi mesi di vita, e si terrà sabato 24 settembre, alle ore 10.00,  nella biblioteca comunale di Paternò.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Librino, in 40 aggrediscono due agenti che tentavano di fermare una moto senza targa

  • Tentato omicidio a Palagonia, coltellate e spari dopo una lite: un ferito

  • Cannizzaro, paziente ringrazia chirurghi e infermieri regalando 10 televisori al reparto

  • Poste Italiane cercano portalettere anche a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento