Uccide il figlio di tre mesi, madre trasferita in una comunità terapeutica

La Procura di Catania ha dato l'ok alla richiesta dell'avvocato Luigi Zinno. E' già stata individuata la Cta dove la 26enne potrebbe essere trasferita a breve

L'avvocato Luigi Zinno ha chiesto al Gip di Catania, Giuseppina Montuori, di trasferire dal carcere in una comunità terapeutica assistita (Cta) la donna di 26 anni arrestata nei giorni scorsi dalla polizia a Catania per l'omicidio del figlio di tre mesi, che avrebbe scaraventato a terra a casa. La Procura ha espresso parere positivo. E' già stata individuata la Cta e se la richiesta dovesse essere accolta il trasferimento potrebbe avvenire in giornata.

Le indagini sul caso del commissariato di polizia Borgo Ognina sono state coordinate dal procuratore Carmelo Zuccaro, dall'aggiunto Ignazio Fonzo, che dirige il dipartimento reati contro la persona, e il sostituto Fabio Saponara La donna ha ancora "dei vuoti" e "difficoltà nel capire le domande e rispondere", afferma il suo legale.

"Non ha realizzato l'accaduto - aggiunge l'avvocato Zinno - e per questo ha bisogno di una struttura protetta che l'aiuti psicologicamente. Comunque vada lei si sentirà colpevole dell'accaduto, e si autocondannerà da sola. Ha bisogno d'aiuto".

Potrebbe interessarti

  • Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

  • Emorroidi: cause, rimedi e prevenzione

  • Sbornia: cause, sintomi e rimedi

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Catania, i 15 eventi del week-end: Festa dell'arancino, Sagra del pane condito, Noah LIVE

  • "Hai mai fatto l'amore", la frase del romeno di 31 anni prima delle molestie: arrestato

  • Incidente stradale in tangenziale, auto pirata investe un motociclista e scappa

  • Incidente stradale a Bronte, un morto: traffico bloccato sulla statale 284

  • Topo d'appartamento preso dai "Falchi" in viale Mario Rapisardi

  • Latitante si nascondeva grazie ad un buco in garage

Torna su
CataniaToday è in caricamento