Crollo palazzina di via Castromarino: inquilini chiedono la perizia al Pm

"E' assolutamente necessario ed indifferibile procedere con gli accertamenti tecnici sui luoghi del disastro". Lo chiedono alla Procura di Catania dodici dei residenti e l'amministratore del palazzo di via Castromarino

"E' assolutamente necessario ed indifferibile procedere con gli accertamenti tecnici sui luoghi del disastro". Lo chiedono alla Procura di Catania dodici dei residenti e l'amministratore del palazzo di via Castromarino che ha subito un crollo la notte del 20 gennaio scorso.

Le persone rimaste senza casa sollecitano, con un atto depositato dal loro legale, l'avvocato Giuseppe Lipera, i magistrati titolari dell'inchiesta a "disporre tutti i necessari accertamenti tecnici" vista "l'acclarata precarietà accertata dello stabile e l'attuale pericolo totale di crollo dello stesso", permettendo "alle parti interessate di nominare propri consulenti tecnici di parte".

Nella richiesta si sottolinea come, il 17 gennaio scorso, giorno del dissequestro dell'immobile dopo il parere di un consulente tecnico del Pm, veniva "appurato un inquietante e a dir poco allarmante anomala inclinazione verso l'esterno della facciata dello stabile interessato dal crollo". Subito dopo "le autorità procedevano alla chiusura di via Castromarino e all'inibizione dell'uso di alcuni garage".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La deformazione dello stabile - aggiunge l'avvocato Lipera nella richiesta - si protraeva minacciosamente sul versante opposto della stessa via". Questo "superiore gravissimo fatto", secondo il penalista, "è sintomatico della possibile, costante e progressiva perdita di stabilità dell'intero stabile" e che, "conseguentemente, deve trarsi che lo steso potrebbe essere in pericolo di crollo". E per questo chiede alla Procura "il procedersi ai dovuti accertamenti tecnici" anche con la nomina di "periti per le parti interessate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Amazon annuncia l’apertura di un nuovo deposito di smistamento a Catania

  • Pensioni d’invalidità con la compiacenza di medici dell’Asp: sei misure cautelari

Torna su
CataniaToday è in caricamento