Viale San Teodoro, ai domiciliari con 300 dosi di marijuana

Dopo l'eliminate le barriere che agevolavano le attività di spaccio i carabinieri hanno subito scovato un uomo già noto alle forze dell'ordine

I carabinieri della squadra Lupi hanno arrestato il 34enne catanese Patrizio Calogero, accusato di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Proprio in viale San Teodoro 7, qualche settimana fa, erano state eliminate delle vere e proprie barriere che servivano a "proteggere" gli spacciatori. Grazie alla collaborazione tra carabinieri e comune si è proceduto alla demolizione per riaffermera legalità e sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari hanno fatto irruzione a casa di Calogero - già noto alle forze dell'ordine perché lo scorso aprile aveva aggredito un carabiniere, con altri due complici - che era stato processato e condannato ai domiciliari. L'uomo, alla vista della squadra Lupi aveva lanciato dal balcone una borsa con circa 300 dosi di marijuana, di cui una parte nella variante “orange skunk”. La droga è stata sequestrata, mentre l’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato portato nel carcere di piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

  • Coronavirus, in Sicilia situazione stabile: scoperto un nuovo caso

Torna su
CataniaToday è in caricamento